Giovedì 21 Febbraio 2019 | 08:18

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
Durante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
Dopo gli arresti
Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

 
Regione
Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

 
Guerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
A taranto
Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

 
A taranto
Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

 
Nel Tarantino
Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

Palagiano: abusa di minorenne e la perseguita, in manette 65enne

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

Giudici & mazzette

«Parlò di Gladio e servizi, voleva
500 euro al giorno per le amanti»

L'interrogatorio fiume di D'Introno: Nardi chiese 2 milioni per pagare i giudici della terna del tribunale. Ma fu condannato a 7 anni

«Mi parlò di Gladio e servizi, voleva500 euro al giorno per le sue amanti»

Testimoni delegittimati con inchieste ad hoc, denunce false: tutto questo per demolire il quiadro accusatorio di una sentenza per usura che avrebbe sgenato la fine dell'impreniditore D'Introno. Ma nonostante fiumi di denaro, pochi mesi fa la Cassazione ha reso deifnitiva - e con essa la confisca dei beni - a 5 anni e mezzo di reclusione inflitta dalla Corte di appello. Di seguito uno stralcio dell'interrogatorio fiume di D'Introno.

«Lui (Nardi) aveva diverse amanti a Roma e mi disse che gif servivano arca 500 euro al giorno per mantenere Usuo tenore di vita. Quindi io dovevo pagare. Nardi una settimana prima del verdetto di primo grado mi disse che la situazione era grave e che mi avrebbero condannato e che servivano due mi/ioni di euro, perché i giudici erano particolarmente diffìcili, per sistemare fa questione, milioni che dovevano essere ripartiti tra i tre giudici.

Io avrei dovuto dare i soldi al NARDI che poi avrebbe provveduto alla consegna però mi rifiutai anche perché non avevo quella disponibilità economica. Certo è che nel corso del processo di primo grado le mie richieste processuali non venivano mai accolte.

Dopo il viaggio a Dubai fui mi disse che io dovevo ristrutturare a mie spese fa villa di proprietà
delia moglia a Trani. Si trattava in realtà di un terreno del valore di arca 120.000 euro e di una
costruzione che era praticamente un rudere. Lì ho curato e pagato i lavori di ristrutturazione
per circa 600 mila euro, avvalendo della Tre Emme di Corate.

Mi occupai, su richiesta specifica di Nardi e sempre a mie spese, della ristrutturazione dell'appartamento di Roma .... ancor prima di iniziare i lavori di ristrutturazione della villa di Trani.
Le maestranze utilizzate per la ristrutturazione di entrambi gli immobili erano ....

Il valore dei lavori è stato pari a circa 600 - 700 mila euro in totale tra la villa e l'appartamento di Roma. Io a Roma sono andate solo una volta mentre alla villa in più occasioni durante i lavori.

Nardi in diverse occasioni ha fatto riferimento ai suoi stretti contatti con i servizi segreti, dicendo che aveva sentito Inzerillo, e che era in contatto con personaggi della struttura Gladio. Questa affermazione la utilizzava anche per spaventarmi quando io non ero disponibile, cosi come ha fatto anche di recente. Questo lo fece senz'altro quando lo rifiutai la consegna dei due milioni di euro prima della sentenza di condanna in primo grado».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400