Venerdì 22 Marzo 2019 | 11:06

NEWS DALLA SEZIONE

Alle 2.50
Prisma, lanciato stanotte il satellite dell'Agenzia Spaziale Italiana: coinvolta anche la pugliese Planetek Italia

Prisma, lanciato stanotte il satellite dell'Agenzia Spaziale Italiana: coinvolta anche la pugliese Planetek Italia

 
Un 59enne
Matera, minaccia moglie con un coltello davanti a figlia minorenne: in cella

Matera, minaccia moglie con un coltello davanti a figlia minorenne: in cella

 
L'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito fucilato vicino casa: forse faida fra rivali

 
Comune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
L'intervista
Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMusica
Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

 
MateraBeni culturali
Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

 
TarantoSerie D
Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

 
LecceL'iniziativa
Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

 
FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito fucilato vicino casa: forse faida fra rivali

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

L'indagine del Noe

Bomba ecologica alle Saline: canale sequestrato, numerosi indagati
Stea: «Presto vertice bonifica» L'acqua rossa dei rifiuti: il video choc

Un terremoto giudiziario che si abbatte sui rappresentanti della società che gestisce le Saline, sui vertici del Consorzio di Bonifica e del Comune di Trinitapoli. L'assessore all'Ambiente regionale Stea: «Presto vertice bonifica».

Bomba ecologica alle Saline: sequestrato il canale, numerosi indagatiL'acqua rossa dei rifiuti: il video choc

L'acqua rossa del canale delle Saline era frutto di tonnellate di rifiuti pericolosi. È questo l'esito di una indagine del Noe oggi culminata con il sequestro di un'area di un chilometro nei territori di Trinitapoli e Margherita di Savoia. Centinaia di metri cubi di rifiuti ammassati alle foci del canale. Un terremoto giudiziario che si abbatte sui rappresentanti della società che gestisce le Saline, sui vertici del Consorzio di Bonifica e del Comune di Trinitapoli.

Legno, plastica, pneumatici, vetri, pezzi di carrozzeria, lastre di eternit frantumate. Una vera e propria bomba ecologica che avrebbe provocato la colorazione di rosso delle acque del canale a margine dell'impianto di produzione del sale delle Saline di Margherita di Savoia. I Carabinieri del Noe di Bari, insieme ad Asl e Arpa Bat, hanno sottoposto a sequestro un chilometro del canale “Cinquemetri” intervenendo in due diverse località, a cavallo dei territori di Margherita di Savoia e Trinitapoli.

Il canale “Cinquemetri”, a servizio dell’abitato di Trinitapoli per il convogliamento delle acque piovane nonché dei reflui provenienti dal locale depuratore, in parte coperto dall’abitato cittadino, nella sua parte scoperta è sempre stato oggetto di “aggressioni” da parte di cittadini senza scrupoli che ne realizzavano piccoli scarichi abusivi e sversamenti di rifiuti, a danno del turismo e dell’ambiente insistente sul tratto di costa antistante.

Più volte le Autorità presenti sul territorio hanno cercato la soluzione al problema. Talvolta si è pensato alla presenza di alghe coloranti, altre volte si è imputato il fenomeno delle acque rosse allo scarico abusivo dei processi di cantine vitivinicole, fenomeno criminale accertato e demolito grazie all’operazione “Cinquemetri” del NOE nel 2012. 

Tutta l’area in questione, zona umida oggi compresa nei territori dei comuni di Trinitapoli e Margherita di Savoia, vanta un ecosistema unico, perché rappresenta un habitat eccezionale atto ad ospitare una grande varietà e quantità di uccelli acquatici migratori. Al fine della protezione ambientale la salina ha ottenuto numerosissimi riconoscimenti internazionali tra cui: “Zona Umida di Importanza Internazionale” ai sensi della “Convenzione di Ramsar”, “Zona di Protezione Speciale” e “Sito di Importanza Comunitaria” per la protezione della flora e della fauna selvatica, area protetta europea "Natura 2000", “Riserva Naturale dello Stato” dal 1977.

«All’azienda gestrice delle saline ed ai propri rappresentanti legali - si legge in un comunicato dei Carabinieri - sono stati contestati diversi reati aggravati dalla particolare tutela riservata all’ambiente protetto danneggiato e deturpato da scarichi illegali di acque inquinate e fanghi. Ai vertici del Consorzio di Bonifica Capitanata di Foggia e del Comune di Trinitapoli sono stati contestati rispettivamente reati di danneggiamento aggravato per rinvenimento di sostanze inquinanti in un corso d’acqua pubblico e deposito incontrollato e realizzazione di discarica abusiva di rifiuti speciali anche pericolosi».

LE PAROLE DI STEA - L’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Gianni Stea, annuncia la convocazione di «un vertice» incentrato sulla «bonifica e messa in sicurezza dell’area» di Trinitapoli e Margherita di Savoia, nella provincia Barletta-Andria-Trani, in cui i carabinieri del Noe hanno sequestrato una condotta abusiva di un chilometro, realizzata a margine dell’impianto di produzione del sale delle 'Saline di Margherita di Savoia'. La condotta scaricava acque di produzione di colore rosso mattone assieme ai fanghi di scarto accumulati nelle vasche. In una nota, Stea annuncia «un vertice con i rappresentanti delle istituzioni, enti locali, forze dell’Ordine e tecnici, affinché al fianco delle sacrosante indagini della magistratura e dei Carabinieri del Noe - che ringrazio per la continua attività a tutela dell’ambiente - ci si possa attivare immediatamente per la bonifica e messa in sicurezza dell’intera area». «Una zona umida - sottolinea - che vanta un ecosistema unico, perché rappresenta un habitat eccezionale atto ad ospitare una grande varietà e quantità di uccelli acquatici migratori». «Ricordo - prosegue l’assessore - che al fine della protezione ambientale la salina ha ottenuto numerosissimi riconoscimenti internazionali». «Ed è compito fondamentale dell’assessorato che mi è stato affidato - conclude - svolgere una continua attività a difesa di queste oasi naturalistiche che rappresentano patrimoni unici, ma che purtroppo entrano sovente nel mirino degli eco-criminali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400