Lunedì 26 Settembre 2022 | 11:47

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,91%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,46%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,85%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,07%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,12%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,24%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,81%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,29%

Movimento 5 Stelle

 

In fuga dalla guerra

Lo schermidore Samele da Foggia in auto per salvare la sua Olga

Samele con  Olga Kharlan in viaggio

Luigi Samele con Olga Kharlan in viaggio

Il campione ha viaggiato per due giorni con la sua fidanzata, la fuoriclasse ucraina della sciabola Olga Kharla. Ora sono in salvo assieme al bambino. Il pugliese ha anche avviato con lo spadista catanese Paolo Pizzo una raccolta fondi

08 Marzo 2022

Raffaele Fiorella

FOGGIA - Vita, sport e affetti che si intrecciano. La guerra racconta storie in cui amore e legami sono più forti della paura, non si arrendono alla barbarie delle armi. Lo schermidore foggiano Luigi Samele ha viaggiato due giorni per riportare in Italia la sua fidanzata, la fuoriclasse ucraina della sciabola Olga Kharlan, che da Bologna era rientrata nel suo Paese per rivedere la sua famiglia e aiutare la sorella Tanya a mettersi in salvo assieme al suo bambino. L’andata in aereo, il rientro in auto.

Il 34enne sciabolatore pugliese delle Fiamme Gialle (due volte argento l’anno scorso alle Olimpiadi di Tokyo) ha raggiunto Budapest con un volo, ed è rientrato ieri in tarda serata. I genitori di Olga Kharlan sono rimasti in Ucraina: il padre non può muoversi a causa della legge marziale in vigore, e la madre ha voluto restare al suo fianco. La campionessa ucraina è riuscita a ricongiungersi con la sorella Tanya, al confine tra Ucraina e Romania, grazie anche all’aiuto dell’ex schermidore olimpionico rumeno Mihai Covaliu, e a tornare con lei e il suo bimbo in Italia, dall’Ungheria.
«Dovevo aiutare in tutti i modi la mia ragazza e la sua famiglia – racconta Samele -.

È stato molto triste quando Olga ha dovuto salutare i suoi genitori, al confine. Lei e la sorella sono in salvo, ma ovviamente sono preoccupate per il resto della loro famiglia. Questa guerra, come tutti i conflitti, è un’assurdità inaccettabile, spero che finisca il prima possibile».

Lo sciabolatore foggiano, assieme allo spadista catanese Paolo Pizzo, ha inoltre avviato una raccolta fondi, per sostenere, in questo momento di grande difficoltà, gli schermidori ucraini, che in pochi giorni si sono ritrovati a passare dalle pedane alla tragedia della guerra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725