Martedì 18 Maggio 2021 | 00:05

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Foggia, carambola tra tre auto in via Lucera: un ferito

Foggia, carambola tra tre auto in via Lucera: un ferito

 
Il caso
Il sindaco dimissionario di Foggia Landella dal pm per essere ascoltato

Il sindaco dimissionario di Foggia Landella dal pm per essere ascoltato: indagato per corruzione

 
Nel Foggiano
Vieste, paura in farmacia: uomo fa irruzione e accoltella ex sindaca

Vieste, paura in farmacia: uomo fa irruzione e accoltella ex sindaca

 
Nel Foggiano
Lucera, assaltano sportello bancomat e fuggono: indagini

Lucera, assaltano sportello bancomat e fuggono: indagini

 
Serie C
Bari e Foggia: rendimenti a confronto

Bari e Foggia: rendimenti a confronto

 
L'episodio
Ferito da un petardo a San Severo, ricoverato al Centro grandi ustionati di Brindisi

Ferito da un petardo a San Severo, ricoverato al Centro grandi ustionati di Brindisi

 
l'emergenza
Foggia, vertiginoso aumento delle altre malattie in era Covid

Foggia, vertiginoso aumento delle altre malattie in era Covid

 
la curiosità
Salvini e le vacche sul mare del Gargano

Salvini e le vacche sul mare del Gargano

 
Nel Foggiano
Aggressione di un migrante, tensione a Borgo Mezzanone

Aggressione di un migrante, tensione a Borgo Mezzanone

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl siderurgico
Taranto, ex Ilva: sindacati chiedono conferma "una tantum" del 3%

Taranto, ex Ilva: sindacati chiedono conferma "una tantum" del 3%

 
BariL'impatto
Bari, due incidenti in tangenziale in direzione Brindisi: un ferito

Bari, due incidenti in tangenziale in direzione Brindisi: un ferito

 
LecceIl caso
Tap: al via market test per espansione capacità gasdotto

Tap: al via market test per espansione capacità gasdotto

 
FoggiaL'incidente
Foggia, carambola tra tre auto in via Lucera: un ferito

Foggia, carambola tra tre auto in via Lucera: un ferito

 
BatAd Andria
Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

 
MateraLa scorsa notte
Matera, incendio in capannone area industriale: danni

Matera, incendio in capannone area industriale: danni

 
BrindisiTerritorio
Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

 

i più letti

nel foggiano

Cerignola, 83enne uccide moglie malata e si spara: ancora gravissimo

la tragedia è stata scoperta dal figlio della coppia: nella stanza è stata ritrovata una pistola legalmente detenuta dall'anziano

Puglia, 4mila assunzioni per il 118

foto Maizzi

Sono sempre gravissime le condizioni di salute di Francesco Polidoro, il pensionato di 83 anni arrestato con l’accusa di aver ucciso ieri mattina, con colpi di pistola, la moglie Anna Petronelli nella loro casa a Cerignola (Foggia), e di aver tentato il suicidio con la stessa arma, sparandosi alla testa. Prima di compiere il gesto, l’uomo ha lasciato un biglietto in un cassetto nel quale avrebbe scritto: «Ce ne andiamo tutti e due». Due elementi che hanno portato la polizia a dedurre che il pensionato abbia premeditato il suo gesto, che sarebbe scaturito dalla grave forma di demenza senile che aveva colpito la donna.
L’anziano, nella giornata di ieri, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

IERI LA TRAGEDIA - Una donna di 81 anni è stata ritrovata morta nella camera da letto della propria abitazione a Cerignola (Foggia), uccisa da un colpo di pistola. Ai piedi del letto c'era suo marito, 83 anni, gravemente ferito alla testa da un colpo di pistola. L'uomo è stato portato in ospedale. Nella camera da letto è stata ritrovata una pistola legalmente detenuta dall'anziano. A scoprire l'accaduto è stato il figlio della coppia che ha allertato la polizia. Non si esclude al momento alcuna pista investigativa, anche quella di un possibile omicidio-suicidio. L'anziana uccisa si chiamava Anna Petronelli. Suo marito, gravemente ferito, è Francesco Polidoro. La loro abitazione, in cui sono stati ritrovati, si trova in via Giordano Bruno a Cerignola.

Sarebbe stata affetta da una grave forma di demenza senile Anna Petronelli, l’81enne uccisa questa mattina con un colpo di pistola alla testa da suo marito, l’83enne Francesco Polidori, che poi si è sparato al capo ferendosi gravemente. Ora l’anziano è ricoverato in Rianimazione, a Foggia, in gravissime condizioni.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’anziano avrebbe ucciso sua moglie con un colpo di pistola alla testa, usando una pistola legalmente detenuta, e poi si sarebbe sparato anche lui al capo, tentando il suicidio.
A dare l’allarme alla Polizia è stato il figlio della coppia, che abita in un appartamento al piano di sopra. E come atto dovuto il pm Giuseppina Gravina ha disposto che venga eseguita la prova dello stub anche a su di lui, per la rilevazione dei residui da sparo.

 Forse non ce la faceva più a sostenere il peso della malattia della moglie affetta da una grave demenza senile e per questo ha preso la sua pistola, l’ha avvolta in un cuscino per attutire il colpo e le ha sparato alla testa uccidendola. Poi con la stessa arma, una calibro 7,65 regolarmente acquistata, si è sparato alla tempia, senza riuscire ad uccidersi. L’uomo, Francesco Polidoro, un agricoltore di 83 anni in pensione, è ora ricoverato in condizioni disperate nel reparto di rianimazione del Policlinico Riuniti di Foggia. L'uomo è comunque in stato di arresto.  La tragedia si è consumata questa mattina in un appartamento a Cerignola, nel Foggiano.

La vittima si chiamava Anna Petronelli ed aveva 81 anni. Ad accorgersi di quanto accaduto è stato uno dei quattro figli dell’anziana coppia che, verso le nove, ha udito un colpo di pistola ed ha chiamato i soccorsi.

La scena che si è presentata dinanzi agli occhi dei poliziotti e del figlio non lasciava spazio a molti dubbi: la donna senza vita sul letto, mentre ai piedi giaceva l’uomo, agonizzante. A pochi centimetri dai due corpi l’arma utilizzata per l’omicidio e il tentato suicidio. Non si sa che l’uomo abbia rivolto l’arma su se stesso subito dopo avere ucciso la moglie o se sia trascorso del tempo tra i due spari. Anche se la ricostruzione dell’accaduto appare ormai chiara, come atto dovuto e per fugare ogni dubbio la pm Giuseppina Gravina della Procura della Repubblica di Foggia ha disposto che venisse effettuato lo stub al figlio che ha dato l’allarme.

In casa gli agenti non hanno ritrovato biglietti o messaggi che lasciassero presagire e spiegassero le intenzioni del pensionato.
Non è il primo caso di omicidio suicidio a Cerignola. Il 13 novembre del 2019 in un casolare di campagna, in località Posta Aucello, Francesco Ciuffreda agricoltore di 69 anni,sparò con la sua pistola prima la moglie Giuseppina Pantone di 65 anni, poi la vicina di casa Luminita Brocan 55enne di origine rumena prima di suicidarsi.

Luminita morì subito, mentre la moglie lottò per due settimane in ospedale prima di morire anche lei. Intanto, dall’inizio dell’anno questo è il secondo caso di uccisione di una donna seguita da un suicidio nel foggiano: la prima tragedia è avvenuta il 26 gennaio scorso, quando Tiziana Gentile, una bracciante agricola di 48 anni, fu uccisa a coltellate nel suo appartamento ad Orta Nova. Il presunto omicida Gerardo Tarantino, 46 anni, in carcere dal giorno seguente si è suicidato nella sua cella il 3 aprile scorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie