Mercoledì 14 Aprile 2021 | 09:27

NEWS DALLA SEZIONE

L'impatto
Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

 
Il virus
Covid, dopo 6 mesi riapre il pronto soccorso del Lastaria di Lucera

Covid, dopo 6 mesi riapre il pronto soccorso del Lastaria di Lucera

 
Tifosi in fermento
Puglia, un grande mercoledì di sport

Puglia, ecco un grande mercoledì di sport

 
In Puglia
Vaccini, al Policlinico Riuniti di Foggia seconda dose di Reithera

Vaccini, al Policlinico Riuniti di Foggia seconda dose di Reithera

 
L'operazione della GdF
Contrabbando alcol e traffico droga nel Foggiano: 7 arresti, evasi 800mila euro di accise

Contrabbando alcol e traffico droga nel Foggiano: 7 arresti, evasi 800mila euro di accise

 
Il caso
Vaccini a Foggia, rinuncia per lunga attesa: l'Asl lo contatta per domani

Vaccini a Foggia, rinuncia per lunga attesa: Asl lo contatta per domani

 
le indagini
Femminicidio Orta Nova, domani autopsia su presunto killer suicida in carcere

Femminicidio Orta Nova, domani autopsia su presunto killer suicida in carcere

 
questa mattina
Foggia, code e assembramenti all'hub vaccinale: saltate prenotazioni

Foggia, code e assembramenti all'hub vaccinale: saltate prenotazioni

 
tragedia sfiorata
Foggia, 46enne aggredito per strada e colpito al volto: è in prognosi riservata

Foggia, 46enne aggredito per strada e colpito al volto: è in prognosi riservata

 
L'episodio
S.Severo, operatrice sanitaria spintonata e aggredita: aveva chiesto a un paziente di misurare la temperatura

S.Severo, operatrice sanitaria spintonata e aggredita: aveva chiesto a un paziente di misurare la temperatura

 

Il Biancorosso

Biancorossi con quattro diffidati
Verso Bari-Palermo: designazione arbitrale, giudice sportivo, ultime news

Verso Bari-Palermo: ecco l'arbitro

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'impatto
Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

 
BariLa scoperta
Chili di droga in un terreno incolto: sequestro a Sannicandro di Bari

Chili di droga in un terreno incolto: sequestro a Sannicandro di Bari

 
BrindisiZona rossa
Brindisi, campagna contro l'abusivismo

Brindisi, campagna contro l'abusivismo

 
TarantoIl caso a Taranto
Mittal, operaio licenziato dopo post su Fb: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta

Mittal, operaio licenziato dopo post su Facebook: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta. Si apre il confronto

 
MateraIl progetto
Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

 
PotenzaLa decisione
A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

 
LecceLa speranza
Racale, mamma di Mauro Romano, scomparso nel '77: «È lo sceicco Al Habtoor»

Racale, mamma di Mauro Romano, scomparso nel '77: «È lo sceicco Al Habtoor»

 

i più letti

nel foggiano

Carapelle, incendio in azienda agricola: è la quarta intimidazione

Solo pochi giorni fa un'altra bomba aveva danneggiato il gabbiotto all'ingresso

Carapelle, incendio in azienda agricola: è la quarta intimidazione

foto Maizzi (repertorio)

Un incendio quasi certamente di natura dolosa ha distrutto oltre tremila cassoni in plastica per la raccolta degli ortaggi che si trovavano all’interno dell’azienda «Natura Dauna» a Carapelle (Foggia). Con quello della scorsa notte salgono a 4 gli atti intimidatori subiti dall’azienda agricola specializzata nella lavorazione degli ortaggi: l’ultimo, in ordine di tempo, nella notte del 2 aprile scorso quando sconosciuti hanno piazzato e fatto esplodere una bomba davanti al gabbiotto di ingresso dell’azienda; poi il 29 aprile 2020 quando un incendio, anche in questo caso doloso, distrusse oltre 4000 cassoni in plastica per la raccolta degli ortaggi ed infine a maggio venne fatta esplodere una bomba sotto l’auto dell’imprenditore agricolo.
«Siamo un’azienda sana che dà lavoro a 400 persone nei picchi di massima produzione. Non ci meritiamo quello che ci sta succedendo». È quanto ha affermato il proprietario di Natura Dauna Matteo Sgarro. «Non sappiamo cosa possa esserci dietro queste intimidazioni, ci sono delle indagini in corso e speriamo che si concludano al più presto - ha aggiunto -. Noi andremo sempre avanti con i nostri progetti e non ci faremo di certo intimorire».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie