Martedì 17 Settembre 2019 | 04:08

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
Incidente stradale
San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

 
tragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
Nel foggiano
Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

 
Nel foggiano
Manfredonia, da 40 anni botte e violenze dal marito ormai 70enne: arrestato

Manfredonia, botte e violenze contro la moglie da 40 anni: arrestato 72enne

 
nel foggiano
Cerignola, GdF sequestra 13mila piante di marijuana: avrebbero fruttato 4mln di euro

Cerignola, GdF sequestra 13mila piante di marijuana: avrebbero fruttato 4mln di euro

 
Musica
Foggia, in fila dalle 7 del mattino per il concerto di Ezio Bosso

Foggia, in fila dalle 7 del mattino per il concerto di Ezio Bosso VD

 
La manifestazione
San Severo dice stop all'omofobia: in 300 sfilano con Luxuria

San Severo dice stop all'omofobia: in 300 sfilano con Luxuria

 
Il caso
«Non ti affitto casa perché sei nata a Foggia», choc nel Milanese

«Non ti affitto casa perché sei nata a Foggia», choc nel Milanese

 
Il caso
Estorce soldi a donne vittime di violenze: foggiana presidente di una onlus arrestata in Romagna

Estorce soldi a donne vittime di violenze: foggiana presidente di una onlus arrestata in Romagna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
BariIl bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
MateraNel Materano
Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
LecceLa tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

Aeroporto

Foggia, «Gino Lisa» pronto per l’allungamento pista

Chiusi gli espropri, aree ora disponibili, ieri notificato lo sfratto ai proprietari

Anche il Tar spinge per la pista accolto il ricorso sblocca-lavori

L'aeroporto Gino Lisa di Foggia

FOGGIA - Aree libere da vincoli, per il prolungamento della pista del Gino Lisa può cominciare il conto alla rovescia per dare inizio ai lavori. Ieri mattina la notifica definitiva dell’atto di esproprio ai proprietari dei terreni da parte di un funzionario di Aeroporti di Puglia che ha incontrato i legali nell’aerostazione di viale degli Aviatori. Ora l’ente gestore e proprietario dello scalo può autorizzare l’impresa a prolungare di quattrocento metri la pista aeroportuale. Primo atto sarà la bonifica dei terreni come da prassi: operazione quantomai necessaria su un’ex area militare qual è stato per cinquant’anni lo scalo civile foggiano, peraltro obiettivo sensibile durante la seconda guerra mondiale. Saranno i militari dell’Esercito a incaricarsene. Completata questa fase, l’impresa De Bellis dovrebbe delimitare la nuova area di cantiere entro «quindici-venti giorni». E forse solo allora la città si accorgerà che qualcosa sta effettivamente nascendo in quell’area imbalsamata e immutabile da quando sono cessati gli ultimi voli di linea della Darwin (novembre 2011).

Troppo tempo è trascorso anche dagli annunci, la posa della prima pietra risale al 12 aprile scorso. Poi altro silenzio che ha inevitabilmente alimentato rassegnazione e disfattismo. Ma questa volta occorreva completare l’ultimo atto, quello degli espropri, per dare inizio alle operazioni. E la resistenza dei proprietari dei terreni, quelli che insistono proprio sul prolungamento della testata Nord (via Castelluccio), si è rivelata infaticabile tra incontri preliminari rivelatisi infruttuosi e vizi di notifica che hanno fatto slittare i tempi. Alla fine gli avvocati a cui ieri è stata consegnata la «immissione in possesso» da parte di Aeroporti di Puglia, si sono dovuti arrendere alla «pubblica utilità» dell’opera e quindi far transitare l’impresa: non ci sono più ragioni che tengano per impedire l’acquisizione delle aree.
Anche se c’è disaccordo sugli indennizzi, «pochi» 3 euro a metro quadro, è stato ribadito anche ieri, per mollare la presa su aree sia pur inutilizzabili (sottoposte a vincolo urbanistico dal piano di rischio aeroportuale), ma che i proprietari non intendono farsi valutare con «quattro soldi». Nulla di nuovo, succede ovunque in questi casi, chi si tirerebbe indietro di fronte alla possibilità di esplorare nuove fonti di guadagno?

L’approccio al problema però sembra morbido, i proprietari non minacciano per ora contenziosi. «C’è la volontà di ragionare - dice l’avvocato Mara Cerisano che patrocina gli eredi di una delle famiglie coinvolte - abbiamo trovato, mi auguro, disponibilità da parte di Aeroporti di Puglia a fare un passo avanti. Vogliamo tutti il progresso del nostro aeroporto». «Abbiamo preso atto della volontà politica di fare l’aeroporto - dice l’avvocato Marco Scillitani difensore di un’altra delle famiglie coinvolte - chiediamo però che si ponga ragionevolezza sulla quantificazione dell’indennizzo definitivo. Mi auguro che non ci sia l’intenzione o la volontà di metterci nell’angolo».

Gli espropri sono in ogni caso ormai definiti, ora si potrà parlare soltanto di lavori e di cronoprogramma degli interventi previsti. Il primo riguarderà la costruzione di una di una bretella di collegamento fra via Castelluccio e via Camporeale per dirottare il transito delle auto quando via Castelluccio sarà definitivamente chiusa nel primo tratto verso Foggia (fine ottobre).
Nel frattempo Enac, dovrebbe approvare (tempo una ventina di giorni) il progetto esecutivo ora che tutte le aree sono state acquisite e dare il via libera definitivo al cantiere. L’allungamento pista di quattrocentro metri lato Nord (verso gli ospedali riuniti) vero e proprio, se tutto andrà bene, cominceremo a vederlo ai primi del nuovo anno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie