Martedì 28 Gennaio 2020 | 23:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
Il caso
San Severo, incendio ditta rifiuti, l'azienda: «Colpa di un dipendente? Si indaga»

San Severo, incendio ditta rifiuti, l'azienda: «Colpa di un dipendente? Si indaga»

 
Operazione dei Cc
Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

 
In viale Virgilio
Foggia, fiamme in hotel abbandonato: clochard salvato dalla Polizia, era svenuto

Foggia, fiamme in hotel abbandonato: clochard salvato dalla Polizia, era svenuto

 
Una 37enne
Foggia, ruba a casa del cognato per procurarsi droga: arrestata una donna

Foggia, ruba a casa del cognato per procurarsi droga: arrestata una donna

 
L'intervento
San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

 
L'operazione
Banda di trafficanti sgominata nel casertano: c'è anche un foggiano

Banda di trafficanti sgominata nel casertano: c'è anche un foggiano

 
Il caso
Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

 
Per atti osceni
San Severo, 19enne si masturba su una panchina vicino una scuola: denunciato

San Severo, 19enne si masturba su una panchina vicino una scuola: denunciato

 
L'operazione dei cc
Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
FoggiaIl caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
PotenzaIl caso
Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Aeroporto

Foggia, «Gino Lisa» pronto per l’allungamento pista

Chiusi gli espropri, aree ora disponibili, ieri notificato lo sfratto ai proprietari

Anche il Tar spinge per la pista accolto il ricorso sblocca-lavori

L'aeroporto Gino Lisa di Foggia

FOGGIA - Aree libere da vincoli, per il prolungamento della pista del Gino Lisa può cominciare il conto alla rovescia per dare inizio ai lavori. Ieri mattina la notifica definitiva dell’atto di esproprio ai proprietari dei terreni da parte di un funzionario di Aeroporti di Puglia che ha incontrato i legali nell’aerostazione di viale degli Aviatori. Ora l’ente gestore e proprietario dello scalo può autorizzare l’impresa a prolungare di quattrocento metri la pista aeroportuale. Primo atto sarà la bonifica dei terreni come da prassi: operazione quantomai necessaria su un’ex area militare qual è stato per cinquant’anni lo scalo civile foggiano, peraltro obiettivo sensibile durante la seconda guerra mondiale. Saranno i militari dell’Esercito a incaricarsene. Completata questa fase, l’impresa De Bellis dovrebbe delimitare la nuova area di cantiere entro «quindici-venti giorni». E forse solo allora la città si accorgerà che qualcosa sta effettivamente nascendo in quell’area imbalsamata e immutabile da quando sono cessati gli ultimi voli di linea della Darwin (novembre 2011).

Troppo tempo è trascorso anche dagli annunci, la posa della prima pietra risale al 12 aprile scorso. Poi altro silenzio che ha inevitabilmente alimentato rassegnazione e disfattismo. Ma questa volta occorreva completare l’ultimo atto, quello degli espropri, per dare inizio alle operazioni. E la resistenza dei proprietari dei terreni, quelli che insistono proprio sul prolungamento della testata Nord (via Castelluccio), si è rivelata infaticabile tra incontri preliminari rivelatisi infruttuosi e vizi di notifica che hanno fatto slittare i tempi. Alla fine gli avvocati a cui ieri è stata consegnata la «immissione in possesso» da parte di Aeroporti di Puglia, si sono dovuti arrendere alla «pubblica utilità» dell’opera e quindi far transitare l’impresa: non ci sono più ragioni che tengano per impedire l’acquisizione delle aree.
Anche se c’è disaccordo sugli indennizzi, «pochi» 3 euro a metro quadro, è stato ribadito anche ieri, per mollare la presa su aree sia pur inutilizzabili (sottoposte a vincolo urbanistico dal piano di rischio aeroportuale), ma che i proprietari non intendono farsi valutare con «quattro soldi». Nulla di nuovo, succede ovunque in questi casi, chi si tirerebbe indietro di fronte alla possibilità di esplorare nuove fonti di guadagno?

L’approccio al problema però sembra morbido, i proprietari non minacciano per ora contenziosi. «C’è la volontà di ragionare - dice l’avvocato Mara Cerisano che patrocina gli eredi di una delle famiglie coinvolte - abbiamo trovato, mi auguro, disponibilità da parte di Aeroporti di Puglia a fare un passo avanti. Vogliamo tutti il progresso del nostro aeroporto». «Abbiamo preso atto della volontà politica di fare l’aeroporto - dice l’avvocato Marco Scillitani difensore di un’altra delle famiglie coinvolte - chiediamo però che si ponga ragionevolezza sulla quantificazione dell’indennizzo definitivo. Mi auguro che non ci sia l’intenzione o la volontà di metterci nell’angolo».

Gli espropri sono in ogni caso ormai definiti, ora si potrà parlare soltanto di lavori e di cronoprogramma degli interventi previsti. Il primo riguarderà la costruzione di una di una bretella di collegamento fra via Castelluccio e via Camporeale per dirottare il transito delle auto quando via Castelluccio sarà definitivamente chiusa nel primo tratto verso Foggia (fine ottobre).
Nel frattempo Enac, dovrebbe approvare (tempo una ventina di giorni) il progetto esecutivo ora che tutte le aree sono state acquisite e dare il via libera definitivo al cantiere. L’allungamento pista di quattrocentro metri lato Nord (verso gli ospedali riuniti) vero e proprio, se tutto andrà bene, cominceremo a vederlo ai primi del nuovo anno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie