Mercoledì 24 Luglio 2019 | 01:03

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
La manifestazione
Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano. Due piste al vaglio degli inquirenti

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, arrestato anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Torre dell'Orso
Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

Dieci intossicati in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

 
GdM.TVL'evento in piazza
«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

 
FoggiaIl caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
TarantoNel Tarantino
Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

L'operazione dei cc

Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

I carabinieri hanno arrestato il 47enne Vincenzo Zitoli Pignataro, figura di spicco della criminalità garganica, ritenuto responsabile di tentata estorsione e danneggiamento ai danni di un esercente di Cagnano Varano

Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

FOGGIA - Avrebbe preteso dal titolare di un’attività commerciale di Cagnano Varano (Foggia) la somma di 50 mila euro. È quanto accertato dai carabinieri che hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Vincenzo Zitoli Pignataro 47enne conosciuto con il soprannome de «La tigre del Gargano». L’uomo, ritenuto dagli inquirenti figura di spicco della criminalità garganica, è accusato di tentata estorsione e danneggiamento.
Zitoli Pignataro - secondo gli investigatori - sarebbe il responsabile dell’attentato dinamitardo avvenuto nella notte del 22 giugno dello scorso anno ai danni di un negozio di ferramenta del comune Foggiano.

L’ordigno provocò notevoli danni non solo all’attività commerciale ma anche ai vetri e alle finestre degli edifici circostanti. Solo dopo alcuni mesi dall’intimidazione - ricostruiscono i militari - la vittima ricevette alcune telefonate da Zitoli Pignataro con l’esplicita richiesta estorsiva di 50 mila euro. Il titolare dell’esercizio commerciale, però, denunciò immediatamente l’accaduto ai carabinieri.

Procura e carabinieri continuano ad indagare per accertare eventuali responsabilità di Zitoli Pignataro in un secondo attentato subito dalla stessa vittima il 3 novembre dello scorso anno. Nella circostanza persone non ancora identificate fecero esplodere una bomba carta sotto la finestra della sua abitazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie