Martedì 23 Luglio 2019 | 23:57

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
La manifestazione
Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano. Due piste al vaglio degli inquirenti

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, arrestato anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Torre dell'Orso
Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

Dieci intossicati in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

 
GdM.TVL'evento in piazza
«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

 
FoggiaIl caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
TarantoNel Tarantino
Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

Inaugurata la struttura

Lucera, tornano visitabili dopo dieci anni i mosaici di San Giusto

Dopo un’odissea durata oltre un decennio infatti i mosaici tornano ad essere visitabili in un’apposita struttura creata a fianco all’ex convento di San Pasquale che ospita la biblioteca comunale “Bonghi”

Lucera, Tutolo punta a 20mila visitatori nella casa di Babbo Natale

LUCERA - I mosaici di San Giusto sono di nuovo visibili. Dopo un’odissea durata oltre un decennio infatti i mosaici tornano ad essere visitabili in un’apposita struttura creata a fianco all’ex convento di San Pasquale che ospita la biblioteca comunale “Bonghi”. Il complesso dove sono, sotto una struttura coperta, i 500 metri quadri di mosaici rinvenuti in località San Giusto a metà anni ‘90, è stato inaugurato domenica sera dinanzi a centinaia di presenti e curiosi. Alla cerimonia sono intervenuti Giuliano Volpe – l’archeologo che scoprì i mosaici di San Giusto, già presidente del Consiglio Superiore per i Beni culturali e paesaggistici dal 2014 al 2018 e già rettore dell’Università di Foggia dal 2008 al 2013 – il sindaco Antonio Tutolo, Italo Muntoni sovrintendente ai Beni Archelogici, l’architetto Stefano Serpenti, che ha ideato e curato la collocazione attuale dei mosaici di San Giusto. «Quello di questa sera è un evento straordinario data l’eccezionalità dei mosaici per le loro caratteristiche uniche», ha specificato Volpe.

I mosaici di San Giusto furono rinvenuti in modo occasionale durante i lavori di costruzione della diga di San Giusto a metà anni ‘90. Gli scavi di San Giusto, al centro del volume e della mostra “San Giusta la villa e le ecclesiae”, rilevarono una sito archeologico di età paleocristiana, V secolo d.C., di notevolissimo interesse. Salvati da un oblìo durato 1.500 anni e dalla distruzione e dall’immersione sotto l’acqua della diga di San Giusto, i mosaici per un ventennio non hanno trovato una collocazione ottimale per essere resi finalmente fruibili a visitatori appassionati e curiosi.
L’idea di collocare i mosaici al San Pasquale è nata nel 2007 dopo il mancato successo di un progetto che li avrebbe potuti collocare all’interno della fortezza Svevo Angioina. La struttura del San Pasquale ha consentito di non vanificare l’impegno di chi si è adoperato per la conservazione e la valorizzazione di uno dei più straordinari esempi di mosaici paleocristiani della Puglia e per la sua restituzione alla collettività. I lavori - finanziati dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Accordo Programma

Quadro, Sistema delle aree archeologiche, per un importo iniziale di 750.000 euro diventato con ulteriori finanziamenti alla fine 1.252.527 euro – hanno consentito di arricchire il patrimonio artistico della città.
I mosaici, restaurati da anni e montati su pannelli idonei per la successiva ricomposizione, sono stati conservati per un decennio sino alla loro definitiva collocazione inaugurata domenica scorsa. «Ora speriamo che si avviino lavori anche alla Fortezza Svevo Angioina, la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico della città – ha sottolineato Tutolo - è una delle nostre priorità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie