Domenica 19 Settembre 2021 | 05:06

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Occupazione

Foggia, c'è ancora speranza per l'ex zuccherificio: sfida per salvare 86 posti

Annunciati 17 licenziamenti. I sindacati: «Invitiamo l’azienda a un confronto meno aspro, lavoratori pronti a tutto». Domani vertice dal Prefetto.

Si ferma lo zuccherificio  sciopera l'80% dei lavoratori

FOGGIA - Non ci sono spiragli per l’apertura di una trattativa, dice il gruppo Srb (ex Sfir) che ha promesso di chiudere l’ex zuccherificio di borgo Incoronata non appena saranno concluse le procedure sindacali per l’esubero dei 17 dipendenti. Il sindacato tuttavia non intende mollare la presa su una ridiscussione complessiva della vertenza e affida tutte le sue speranze all’incontro già fissato, domani in Prefettura, seconda tappa di un percorso che prevede cosiddetto «esperimento dell’esame congiunto». Altri quarantacinque giorni entro i quali per legge possono ancora essere individuate condizioni e possibilità per salvare il sito industriale e trovare una soluzione sui posti di lavoro. Ricordiamo che nell’ex zuccherificio Sfir è aperta da quattordici anni l’ultima cellula dello stabilimento, quella relativa all’impacchettamento dello zucchero lavorato in altri stabilimenti del gruppo che sbarca periodicamente dalle navi che attraccano nel porto di Manfredonia. Quell’impianto è l’ultima presenza tangibile di un grande gruppo industriale che ha investito in Capitanata per oltre trent’anni sulla produzione della barbabietola da zucchero che un tempo - si disse - sarebbe potuta essere una valida alternativa al pomodoro da industria.

Oggi di quelle esperienza agricola non è rimasto praticamente nulla, la barbabietola praticamente azzerata anche a seguito del tramonto dell’ultimo zuccherificio ancora in piedi, quello di Termoli. Ora si tratta perciò di salvare il salvabile. Evitare che i 17 posti di lavoro residui, ultima testimonianza dello zuccherificio, diviene per il sindacato una sorta di battaglia dell’orgoglio industriale, non dunque la semplice vertenza per il salvataggio dei posti di lavoro. «Confidiamo - rileva infatti il segretario della Flai Cgil, Daniele Iacovelli - che l’incontro del 31 possa tenersi in un clima di maggior distensione nel quale sia noi sindacati che le maestranze riceveranno dall’azienda maggiori informazioni ed elementi di valutazione sugli annunci fin qui netti fatti dall’azienda a proposito della chiusura dell’impianto, stando a quanto comunicatoci al tavolo del prefetto lo scorso 18 luglio». Durante il primo confronto azienda-sindacati si è infatti arrivati a un’intesa di massima (almeno una) sulla sospensione della procedura per il mese di agosto con lo slittamento della stessa di trenta giorni. Sarà un tempo sufficiente per i sindacati per far tornare il gruppo Srb su suoi passi? Il segretario della Flai non ne sembra molto convinto, ma al momento sono queste le armi di cui dispone il sindacato per provare a tenere aperto uno spazio di trattativa evitando di infilarsi nel tunnel della chiusura netta e irrevocabile così come sostenuto dai vertici aziendali. «Siamo consapevoli che la vertenza è decisamente complessa e l’esito non è affatto scontato - ammette il sindacalista della Flai Cgil - ma i diciassette lavoratori sono pronti a qualsiasi forma di mobilitazione pur di difendere il posto di lavoro».

L’obiettivo del sindacato è adesso quello di spostare la discussione su un piano di confronto meno aspro, valutando numeri alla mano le ragioni oltre che della chiusura anche, all’opposto, quelle per cui oggi sarebbe invece ancora utile tenere aperto l’impianto così come ritiene di poter dimostrare la Flai Cgil. L’azienda ha confermato anche in sede prefettizia che «le ragioni della chiusura sono assolutamente reali», recita una nota sindacale a termine dell’incontro. Ma forse siamo ancora alle schermaglie iniziali, alla dialettica abituale di ciascun confronto sindacale. Domani dal prefetto si dovrebbe capire qualcosa di più. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie