Sabato 25 Settembre 2021 | 06:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

foggia a caccia di matricole

Università, le iscrizioni quest’anno dal 23 luglio

E sull’annullamento della cerimonia inaugurale il rettore: «Non è per via dell’inchiesta»

Università, le iscrizioni quest’anno dal 23 luglio

di Anna Langone

FOGGIA - L'Università ingrana la sesta nella ricerca di matricole.

Quest'anno per la prima volta le iscrizioni partiranno nel mese di luglio, con una settimana di anticipo sulla data consueta. Lo annuncia alla «Gazzetta» il rettore Maurizio Ricci, già proiettato nel 2019 che per UniFg sarà un anno importantissimo e, per il capo di via Gramsci, anche il momento, il 31 ottobre, di cedere il testimone del rettorato. C'è intanto questo non semplice 2018 da portare a conclusione, fra luci e un'ombra che ancora si addensa sull'Ateneo, l'inchiesta esplosa in aprile (21 indagati) sul presunto dirottamento di fondi destinati alla ricerca: è questo il motivo che ha fatto saltare la cerimonia inaugurale dell'anno accademico? L'anno scorso al taglio del nastro intervenne lo scrittore Niccolò Ammaniti, l'anno precedente l'allora ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, prima di lui, nel 2014-15, Furio Colombo, nel 2013-2014 un altro ministro, la responsabile del dicastero della Pubblica istruzione, Stefania Giannini. «Ma no, l’inchiesta non c’entra - risponde Ricci - avevamo deciso già prima di aprile di non tenere quest'anno la cerimonia inaugurale, per rinviare le celebrazioni al 2019, quando ricorrerà il ventennale dell'autonomia dell'Ateneo. Attendiamo la risposta di un'importante personalità per questo evento». Un appuntamento al quale UniFg potrebbe arrivare sfondando in maniera definitiva il tetto dei diecimila iscritti, visto che con 3.394 matricole quest’anno la cifra complessiva di universitari è balzata a 10.196. L’exploit di iscrizioni è stato registrato negli ultimi due anni accademici, soprattutto grazie al successo del nuovo corso di laurea in Scienze investigative.

Per questo, all'anticipo di una settimana delle iscrizioni (al via dal 23 luglio invece che dal primo agosto, tutte soltanto on line), l'Ateneo sta affiancando la promozione dell'offerta formativa nelle piazze dei maggiori centri della provincia, dopo una primavera di open day dei dipartimenti che hanno esteso l'orientamento dagli studenti maturandi delle superiori ai loro genitori. In questi giorni è arrivata la prestigiosa promozione del Censis che ha collocato UniFg al primo posto al Sud fra i piccoli Atenei, premiando l'impegno nell'internazionalizzazione, nella comunicazione ed i risultati dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico, nello specifico Giurisprudenza e Odontoiatria (seconde in Italia nella categoria dei piccoli Atenei), ma anche Medicina, ottava in graduatoria, che è un ottimo posizionamento su 40 facoltà considerate in tutto il Paese. Per il rettore Ricci, all'innegabile soddisfazione per i traguardi raggiunti, si aggiunge il desiderio di consolidare e migliorare altre performance.

Fra queste la percentuale di incidenza del costo del lavoro dei docenti e del personale tecnico-amministrativo: «Siamo al 76 per cento, a fronte di un limite fissato all'80%. Quando mi sono insediato questa spesa era all'85,6%. E' una voce determinante del bilancio dell'Università - specifica il rettore - è un indicatore di stabilità economico-finanziaria dal quale può dipendere il dissesto, lo stato di crisi che interessa ad esempio dall'anno scorso l'Ateneo di Cassino. L'Università di Foggia brilla a livello nazionale anche per una contribuzione studentesca con tasse fra le più basse d'Italia. Abbiamo un'ampia no tax area, con studenti che non pagano nulla. Nel complesso circa il 50% dei nostri iscritti paga meno o è del tutto esonerato dal pagamento delle tasse».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie