Sabato 20 Luglio 2019 | 16:16

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
HomeIl caso
Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 
Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

a cerignola

Casi di scabbia al «Tatarella»
ma l’emergenza è già superata

ospedale cerignola

CERIGNOLA - C’è stata molta apprensione per i quattro casi di “sospetta scabbia”, poi rivelatasi “acariosi”, che hanno interessato gli infermieri del reparto Cardiologia dell’ospedale Tatarella di Cerignola. Dopo i trattamenti ad hoc, oggi il personale ha ripreso regolarmente l’attività in corsia. “Per fortuna nulla di grave, voglio tranquillizzare tutti gli utenti del presidio di Cerignola – commenta il direttore generale della ASL di Foggia Vito Piazzolla-. Gli infermieri hanno effettuato tutti gli esami del caso dopo le eruzioni cutanee che si sono improvvisamente manifestate. Non c’è nulla di cui preoccuparsi, tutto è tornato alla normalità e gli infermieri sono già al lavoro”.

Il fatto è successo intorno alla fine del mese di marzo, quando ai quattro dipendenti di cardiologia (due prestavano servizio nel turno di mattina e due nel turno del pomeriggio) sono comparsi segni accompagnati da bruciori alla pelle. L’indomani si sono recati al pronto soccorso, che li ha congedati con un esito diagnostico che ha creato non poca preoccupazione: “sospetta scabbia”. Contestualmente, il medico ha prescritto una ulteriore visita presso specialista dermatologo, che a sua volta ha etichettato come “acariosi” i sintomi delle improvvise eruzioni cutanee dei quattro infermieri, predisponendo un esame microscopico delle lesioni.

Presso il centro dermatologia degli Ospedali Riuniti di Foggia, dove i quattro sono stati poi dirottati, effettuati gli esami, l’esito diagnostico è stato ancora una volta di “sospetta scabbia”, che è stata curata in sette giorni con relativo “allontanamento” volontario dei 4 infermieri di cardiologia – a scopo cautelare – per curare al meglio la patologia. Quella notizia, però, aveva iniziato a creare un ingiustificato allarmismo anche nei pazienti, preoccupati per quelle voci incontrollate e quelle parziali diagnosi che hanno viaggiato di corsia in corsia. I 4 infermieri sono stati curati e sono ritornati regolarmente sul posto di lavoro da una settimana.

“Si tratta di problemi cutanei e non di scabbia – commenta Piazzolla - ed è necessario mantenere la calma e non far circolare notizie allarmanti”, è l’invito del direttore generale che si è interessato in prima persona alla vicenda, che per fortuna non ha portato ad alcuna ripercussione su personale medico, infermieristico, tecnico o sui pazienti. Gli accertamenti sono in corso per capire in quale modo e da dove sia partita l’infezione che ha colpito i 4 infermieri del Tatarella. [Michele Cirulli]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie