Mercoledì 22 Gennaio 2020 | 17:27

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari in notturna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
TarantoL'evento
Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

 
BariLa truffa
Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
FoggiaLe ricerche
Pantera in azione nel Foggiano, trovata una capra sgozzata

Pantera in azione nel Foggiano, trovata una capra sgozzata

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

Playout

Foggia calcio, il Tar Lazio sospende tutto: tifosi tornano a sperare

Congelata la decisione della Lega fino all'11 giugno quando si terrà l'udienza in camera di consiglio

Foggia calcio, il Tar Lazio sospende tutto: tifosi tornano a sperare

Il Foggia torna a sperare dopo la decisione del Tar Lazio che oggi ha congelato con un decreto cautelare presidenziale ha congelato lo stop dei playout deciso dalla Lega dopo la retrocessione del Palermo. Un provvedimento temporaneo - preso senza entrare nel merito della questione - che dovrà essere confermato l'11 giugno prossimo quando è prevista l'udienza collegiale in camera di consiglio: in quella sede, i giudizi della III sezione ter decideranno se riaprire i giochi oppure no.

«La modifica della graduatoria del campionato, a seguito della retrocessione della squadra del Palermo, - scrive il presidente Germana Panzironi - in realtà, provoca uno scorrimento che ha come effetto quello di permettere la disputa dei play out a squadre diverse rispetto a quelle individuate nella precedente graduatoria, le quali, per effetto dello scorrimento medesimo, si trovano nelle posizioni di quart’ultima e quint’ultima».

Il giudice fa quindi riferimento al verbale del tribunale federale che «ha attribuito valore alla retrocessione della squadra palermitana, nell’ambito della graduatoria, disponendo la possibilità per la A.C. Perugia Calcio di disputare i play off, ancorché essa non fosse collocata in posizione utile prima della retrocessione del Palermo. Appare, pertanto, configurabile una situazione di disparità di trattamento nell’ambito delle modifiche alla medesima graduatoria».

Per il Tar, quindi, sussiste un rischio di danno grave e e irreparabile perchè «la stagione sportiva è nella fase finale ed è necessario preservare le condizioni sportive ed agonistiche della squadra per sostenere le partite di play out, che non possono avvenire nell’imminenza dei nuovi campionati di calcio». 

Il consiglio direttivo della Lega B ha deciso di sospendere la delibera assunta il 13 maggio scorso in merito all’annullamento dei playout. «Preso atto del decreto del presidente del Tar del Lazio, emesso in data odierna sul ricorso del Foggia - recita la nota della Lega - il Consiglio direttivo della Lega B, riunitosi a Milano, sospende la propria delibera del 13 maggio 2019 (nella parte concernente i playout) fino alla camera di consiglio del prossimo 11 giugno, fissata per la trattazione collegiale».

Parallelamente anche la Corte d'appello della Figc ha deciso di rinviare a mercoledì 29 maggio la decisione del ricorso del Palermo contro la penalizzazione in quanto il presidente del collegio, Sergio Santoro, si è astenuto dal giudizio a seguito di notizie che lo vorrebbero indagato in inchieste giudiziarie. 

Un folto gruppo di supporter del Palermo aveva raggiunto già stamattina la sede della Corte d’appello in attesa di buone notizie, intonando nel frattempo cori di protesta contro la Lega di B e il suo presidente, Mauro Balata, l’ex patron Maurizio Zamparini - si riferiscono alla sua gestione gli illeciti amministrativi che hanno portato alla penalizzazione del club - e quello di Lazio e Salernitana, Claudio Lotito. Riposti gli striscioni, sono ripartiti con il proposito di tornare tra una settimana.

Stando così le cose, si avrà qualche chiarimento non prima del mese prossimo, con un inevitabile slittamento per i destini delle società coinvolte nella querelle e un’ansia crescente da parte dei tifosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie