Mercoledì 12 Agosto 2020 | 02:59

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente mortale
Brindisi, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

Tragedia nel Brindisino, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

 
Il caso
Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

 
VANDALISMO
Brindisi, discarica abusiva perenne, i residenti denunciano: «Ignorati dalle istituzioni»

Brindisi, discarica abusiva perenne, i residenti denunciano: «Ignorati dalle istituzioni»

 
TRAGEDIA SFIORATA
Mesagne, cede solaio nella stanza da letto: tragedia sfiorata per una coppia

Mesagne, cede solaio nella stanza da letto: tragedia sfiorata per una coppia

 
l'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 
l'episodio
Brindisi, anziana consegna 650 euro a un falso carabiniere

Brindisi, anziana truffata consegna 650 euro a un falso carabiniere

 
nel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
VIOLENZA
Brindisi, sfregia il marito con l'acido, lei non risponde al Gip

Brindisi, sfregia il marito con l'acido: la donna non risponde al Gip

 
LA TRUFFA
Ceglie Messapica, gli sottraggono la password. Anziano perde 117mila euro

Ceglie Messapica, gli sottraggono la password: anziano perde 117mila euro

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeVerso il voto
Regionali 2020, Elena Gentile probabile candidata a Lecce

Regionali 2020, Elena Gentile probabile candidata a Lecce

 
TarantoIn ospedale
Sanità, Asl Taranto potenzia il Cup: ridotti i tempi d'attesa

Sanità, Asl Taranto potenzia il Cup: ridotti i tempi d'attesa

 
MateraLa scoperta
Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

 
BariLa denuncia
Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

 
FoggiaLe misure anticontagio
Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

 
Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 

i più letti

contributo REGIONALE

Latiano, pronti 400mila euro
per la casa del Beato Bartolo Longo

casa di bartolo longo

LATIANO - L'appello dell'Associazione culturale "L'Isola che non c'è", è stato raccolto: la giunta regionale pugliese ha approvato ieri il contributo di 400 mila euro a favore del Comune di Latiano che così potrà nelle prossime ore esercitare il “Diritto di prelazione” sulla casa natale del Beato Bartolo Longo. L’atto finale di questa lunga battaglia dell’Associazione si esaurirà nelle prossime ore con i vari adempimenti amministrativi e la semplice approvazione del Consiglio comunale convocato per mercoledì 17 gennaio.

Si chiude così la più difficile delle procedure amministrative iniziate con la approvazione dell’articolo 29 della legge di Bilancio di previsione “per l’acquisizione di beni culturali”, quale appunto la casa Natale del Beato Bartolo Longo a Latiano, alla cui causa hanno aderito negli ultimi mesi - dopo l’appello della nostra Associazione rivolto al Ministro Franceschini e al governatore della Puglia Michele Emiliano, (“SALVIAMO LA CASA NATALE DI BARTOLO LONGO”) - il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo e infine l’assessore regionale al Bilancio Raffaele Piemontese. Il cui fondamentale contributo di quest’ultimo ha portato prima alla redazione di un apposito articolo nella legge di Bilancio (approvato lo scorso 23 dicembre dal Consiglio regionale) e nei giorni successivi alla accelerazione delle varie procedure amministrative per consentire al Comune di Latiano di poter esercitare il “Diritto di Prelazione” entro i 60 giorni dalla data di vendita del bene (avvenuto con un formale atto notarile il 20 novembre scorso): cioè entro il prossimo 19 gennaio.

«Una corsa contro il tempo che l' Associazione - spiega Marisa Caroli componente de “L'Isola che non c'è” - ha seguito passo passo durante i vari passaggi e che venerdì si sono conclusi con la approvazione da parte della Giunta regionale della delibera con il contributo pari alla intera somma per l’acquisizione».

«Nelle prossime ore toccherà adesso al nostro Comune adoperarsi per concludere gli atti amministrativi finali (e più semplici): recepire la somma; notificare l’atto con il quale si manifesta la volontà alle parti interessate: acquirente e alienanti. Infine approvare in Consiglio l’acquisizione al patrimonio comunale di quel bene».

«Un atto formale - si legge nella nota - quasi come scartare un regalo da parte dei Cittadini latianesi e (permettetecelo), della Associazione - che da anni conduce solitaria questa difficile battaglia, sul cui risultato nessuno fino a ieri ci credeva».

«Un atto semplice - conclude la nota - quasi come scartare un regalo da parte dei Cittadini latianesi e della Associazione che da anni conduce solitaria questa difficile battaglia, sul cui risultato nessuno fino a ieri ci credeva. Tranne pochissimi che ci sono stati sempre vicini e che ringrazieremo una volta conclusa questa operazione con una manifestazione pubblica alla quale inviteremo tutti i protagonisti di questa avventura (iniziata nel 2014 con la costituzione di un Comitato cittadino per la tutela del bene da parte della Soprintendenza che si era dimenticata di vincolarlo): da Al Bano Carrisi (a cui chiederemo venga assegnata la cittadinanza onoraria di Latiano), all’ex presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna, all’assessore regionale Piemontese, al presidente della Commissione bilancio della regione Fabiano Amati, al sindaco di Pompei, al sindaco di San Vito dei Normanni, al presidente di Federalberghi-Brindisi, Pierangelo Argentieri. Oltre che naturalmente i cittadini latianesi (e i fedeli devoti del Beato sparsi nel mondo) a cui finalmente verrà restituito questo importante simbolo della nostra Storia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie