Mercoledì 20 Marzo 2019 | 20:12

NEWS DALLA SEZIONE

Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 
Champions League
CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
LecceIl fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
BariCassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
BatNel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

francavilla

Aprea nominato commissario
e Bruno annuncia: «Mi ricandido»

È già aria di campagna elettorale dopo lo scioglimento

di Eliseo Zanzarelli
FRANCAVILLA - Sarà il dottor Guido Aprea, nato a Bari 51 anni fa, vice prefetto vicario a Lecce, il commissario straordinario che traghetterà il Comune fino alle elezioni amministrative della prossima primavera. La nomina dell’esperto funzionario è stata firmata già ieri dal prefetto Valerio Valenti. Il nuovo commissario prefettizio, che in passato ha anche prestato servizio presso la Prefettura di Brindisi, s’insedierà in municipio oggi. Durante la sua carriera, Aprea ha già sovrinteso all’ordinaria amministrazione di Comuni quali San Pietro Vernotico e Torchiarolo e poi anche Gallipoli, Tricase, Galatina, Monteroni, Presicce, Squinzano in provincia di Lecce.

In passato ha anche ricoperto l’incarico di sub-commissario, tra gli altri, nella stessa Francavilla e a Ceglie. Se il commissario, dopo la necessaria ricognizione dello status quo e la probabile nomina di almeno un paio di collaboratori, dovrà occuparsi coi poteri della Giunta e del Consiglio di garantire la sopravvivenza, il funzionamento e il buon andamento della macchina amministrativa, la politica si è già rimessa in moto o, meglio, non si è mai fermata. Il più iperattivo, neanche a dirlo, è proprio il sindaco sfiduciato Bruno. Questi ha già annunciato l’intenzione, condivisa dal suo partito (il Pd) di ricandidarsi e di tentare nuovamente l’impresa che gli era riuscita nel 2014: quella di sconfiggere il centrodestra e di portare a termine le tante cose lasciate in sospeso. Salvo improbabili colpi di scena, la prossima volta non avrà però dalla sua parte gli alleati di tre anni fa, con in primis Rifondazione comunista e Sinistra italiana che, come noto, hanno contribuito a far terminare anticipatamente il suo mandato.

C’è, insomma, già un candidato primo cittadino, ma non ha ancora attorno una coalizione. Le altre forze politiche rimastegli accanto fino all’ultimo – Noi ci siamo, Alternativa popolare e, in parte, #Insieme, nato da una costola di Ap – potrebbero confermargli il sostegno, ma per il momento non esiste alcuna ufficialità, nessuno si è sbilanciato in questo senso.

Al lavoro, sin da prima di lunedì scorso, anche il centrodestra, che studia per presentarsi coeso – a differenza che nel 2014 – e per relegare Bruno a un ruolo marginale. Più che di una candidatura forte alla guida di Castello Imperiali, Forza Italia & Co. per ora parlano soprattutto di possibili intese programmatiche e di strategie. Si dovranno superare antiche riserve e divisioni per giungere preparati ai primi mesi del 2018 e indicare, appunto, una figura rappresentativa e capace di scongiurare quanto accaduto tre anni fa, quando Bruno superò lo scoglio del primo turno e, nonostante si fosse piazzato secondo, sconfisse Antonio Sgura al ballottaggio. L’obiettivo, insomma, sarà principalmente quello di allestire una “corazzata” che possa sbaragliare la concorrenza e ottenere il 50 per cento più uno dei voti sin da subito.

Discorsi comunque un po’ prematuri da ambo le parti. Una sola cosa, oggi come oggi, sembra certa: la prossima sarà una campagna elettorale particolarmente agguerrita e una sorta di anticipazione si è già avuta nel corso dell’ultimo Consiglio comunale dell’era Bruno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400