Domenica 19 Maggio 2019 | 12:58

NEWS DALLA SEZIONE

nel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
Nel Brindisino
Rubano 5mila euro di energia elettrica: 2 arresti a Francavilla

Rubano 5mila euro di energia elettrica: 2 arresti a Francavilla

 
La protesta social
Ceglie Messapica, la strada si allaga e i cittadini fanno acquagym

Ceglie Messapica, la strada si allaga e i cittadini fanno acquagym

 
L'operazione della Gdf
Ceglie Messapica, bancarotta fraudolenta: arrestati 2 imprenditori edili

Ceglie Messapica, bancarotta fraudolenta: arrestati 2 imprenditori edili

 
A S.Pietro Vernotico
Bomba d'acqua nel Brindisino, coppia anziani intrappolata in sottovia: salvati da cc

Bomba d'acqua nel Brindisino, coppia anziani intrappolata in sottovia: salvati da cc

 
Nel Brindisino
Latiano: perseguita e minaccia la ex, 45enne ai domiciliari

Latiano: perseguita e minaccia la ex, 45enne ai domiciliari

 
Nel Brindisino
Torre S.Susanna, perquisito quartier generale SCU: in una stalla 350mila euro in contanti

Torre S.Susanna, perquisito quartier generale SCU: in una stalla 350mila euro in contanti

 
Rifiuti
Brindisi, salasso Tari: aumenti sino al 25% e scoppia la protesta

Brindisi, salasso Tari: aumenti sino al 25% e scoppia la protesta

 
Nel Brindisino
Assalto portavalori a Cisternino: banditi avevano varie armi

Assalto portavalori a Cisternino: banditi avevano varie armi

 
Dalla GdF
Costringe dipendenti a lavorare più del dovuto: imprenditore interdetto a Brindisi

Costringe dipendenti a lavorare più del dovuto: imprenditore interdetto a Brindisi

 
Rapina nel Brindisino
Cisternino, banditi sparano a portavalori e fuggono con 31mila euro

Cisternino, banditi sparano a portavalori e fuggono con 31mila euro

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa manifestazione
Race for the Cure: in 18mila di corsa a Bari contro i tumori al seno

Race for the Cure: in 18mila di corsa a Bari contro i tumori al seno LE FOTO

 
BatTrasporti
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Ferrovie, il Mit annuncia: in Puglia nuovi servizi sull'Alta velocità. Ma non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
LecceIl giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

La denuncia

Brindisi, si faceva inviare video hard da sua allieva di 12 anni

Indagato un preparatore atletico: sequestrati anche le foto

Video hard «virale», chiesto processo per 7 ragazzi

BRINDISI - Contatti e rapporti continui con una ragazzina di 12 anni. Sul telefonino. Con video e filmati hard.
Un preparatore atletico di 20 anni, residente in un comune della provincia di Brindisi al confine con quella di Lecce, è stato iscritto nel registro degli indagati con le accuse di atti sessuali con minorenni e adescamento di minori.
A mettere in moto le indagini è stata la denuncia della madre di una 12enne residente nello stesso comune in cui vive il preparatore atletico. Sul telefono della ragazzina erano stati immagazzinati foto e video osè. In alcuni filmati l’adolescente si lasciava andare ad atti di autoerotismo poi inviati al ragazzo. Una relazione virtuale, costruita in quel mondo di mezzo tra social e vita reale andata avanti fino ad ottobre dello scorso anno.
Non senza difficoltà la madre della 12enne ha deciso di rivolgersi alla Magistratura per denunciare i “contatti” tra la figlia e il ragazzo maggiorenne. Nei giorni scorsi il pubblico ministero Stefania Mininni ha conferito incarico al consulente informatico Silverio Greco di verificare la presenza di foto e video di altre ragazze minorenni che potrebbero essere state adescate dal 20enne.

Il sospetto, infatti, è che il giovane, anche per l’attività professionale svolta, possa aver avuto contatti e rapporti simili anche con altre ragazzine. D’altronde tale ipotesi viene messa nero su bianco nel conferimento dell’incarico nel passaggio in cui si legge: “bisognerà anche verificare se siano presenti nei supporti informatici dati che eventualmente abbiano contenuto pedopornografico e se l’indagato abbia avuto contatti per divulgare immagini pornografiche ottenute utilizzando minorenni.”
La minore e i suoi genitori sono assistiti dall’avvocato Laura Minosi.
Insomma, l’inchiesta potrebbe decisamente allargarsi qualora dalla perizia dovessero emergere altri particolari su questa vicenda.

Il preparatore atletico, che non ha precedenti, al momento è indagato e non è escluso che possa essere interrogato dagli inquirenti per raccontare la sua versione dei fatti.
Resta la preoccupazione dei genitori della dodicenne che hanno giustamente denunciato subito i fatti per la gravità degli stessi considerano l’età della ragazzina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400