Giovedì 21 Marzo 2019 | 21:04

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 

ostuni

«L’imperatore» si aggiudica
il concorso «Giganti di Puglia»

Secondo gli esperti, questa pianta risalirebbe al periodo romano

«L’imperatore» si aggiudica il concorso «Giganti di Puglia»

OSTUNI - Un ulivo dalle forme straordinariamente particolari, con un tronco scolpito dal tempo e con una parte di esso poggiante su una pila di pietre posta in aiuto per sorreggerlo (a testimonianza della cura e attenzione posta dei suoi proprietari), è risultato il vincitore della seconda edizione del concorso “Giganti di Puglia”.

L’ulivo è ben custodito nei terreni privati della famiglia Martucci di Ostuni e sarà premiato in occasione di una passeggiata di Millenari di Puglia ed organizzata per dare la possibilità a tutti coloro che lo desiderano di ammirarlo di persona.

Sulla base delle ultime ricerche in tema di datazione fatta dagli esperti sugli ulivi che insieme agli altri alberi si trovano nelle immediate vicinanze, questa pianta potrebbe essere del periodo romano.

Lo scorso anno il vincitore della prima edizione del premio fu un ulivo del tarantino, in agro di Manduria, mentre quest’anno il vincitore dell’odierno concorso è stato trovato in agro di Ostuni ed è stato soprannominato “l’Imperatore” per il suo aspetto imponente.

L’iniziativa, organizzata su tutto il territorio regionale dall’associazione “Millenari di Puglia”, ha l’obiettivo di tenere sempre alta l’attenzione sul valore del grande patrimonio olivicolo pugliese.

Qualificata la giuria che ha selezionato e valutato gli ulivi: Enzo Suma, fondatore di “Millenari di Puglia”, che da anni porta avanti sia un censimento degli esemplari più straordinari, sia un progetto fotografico di valorizzazione del grande patrimonio olivicolo; Silvana Bissoli, artista pirografa che da tanti anni ha eletto l’ulivo come protagonista dei suoi lavori, e Guido Palma, forestale esperto di alberi monumentali.

È stato difficile scegliere tra tantissimi ulivi “particolari” iscritti al concorso e, tra quelli che hanno passato la selezione finale, sono risultati tutti alberi che si distinguono sia per dimensioni e forma che per stato di conservazione e produttività poiché raggiungono dimensioni che superano gli 8 metri di circonferenza (misurata a 130 cm dal suolo).

Tra i candidati vi sono stati esemplari spettacolari presenti in tutte le provincie di Puglia e l’ulivo secolare ostunese si è imposto dinanzi ad altre piante proprio per le sue misure decisamente imponenti,

“L’Imperatore” è dunque l’ulivo che rappresenterà simbolicamente l’intero patrimonio degli ulivi monumentali pugliesi fino alla prossima edizione.

Il premio di miglior ulivo monumentale del 2018, che andrà all’ulivo millenario di Ostuni, sarà anche il riconoscimento dell’importante lavoro di conservazione e tutela che il proprietario svolge nel preservare questo patrimonio vivo della cultura pugliese ereditato dai familiari che hanno lavorato per farlo arrivare sino ai giorni nostri produttivo e maestoso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400