Sabato 20 Aprile 2019 | 08:54

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

GIOVINAZZO

Il «percolato» della discarica
scatena la polemica in Comune

De Gennaro attacca: si sta perdendo tempo. Depalma: non è affatto vero

Il «percolato» della discarica scatena la polemica in Comune

di Mino Ciocia

GIOVINAZZO - «Quello in corso è un vero disastro ambientale». Così tuona il gruppo politico «Primavera alternativa» al termine di un ennesimo sopralluogo fatto alla discarica di San Pietro Pago.

Lo scopo, quello di monitorare il fenomeno del lagunaggio. Che si va espandendo lungo tutto il perimetro della discarica. Quella tracimazione, cioè, del percolato dalle vasche di ispezione, che si sta disperdendo nei campi confinanti il sito e che potrebbe infiltrarsi nella falda acquifera, con il pericolo che possa provocare seri danni per la salute pubblica.

«Siamo prossimi al disastro - ha affermato il consigliere comunale di opposizione Daniele De Gennaro -. Il percolato sta tracimando non solo in questi giorni e con le piogge, ma da diverse settimane. Senza che alcun intervento sia stato programmato per attenuare un fenomeno che è dovuto alla decomposizione dei rifiuti e dall’azione degli agenti atmosferici».

Un primo intervento tampone, quindi non risolutivo, fu portato nello scorso ottobre. Le vasche di ispezione furono svuotate e fu chiesto un finanziamento alla Regione che stanziò 800mila euro per far fronte alle emergenze. «Ne abbiamo discusso in Consiglio comunale - ha affermato ancora De Gennaro -. Quei fondi sono stati stanziati ma non sono ancora stati utilizzati, abbiamo avviato procedure che non sappiamo a quale punto sono, e intanto il pericolo di inquinamento cresce. È tempo di intervenire subito».

Dura la replica del sindaco Tommaso Depalma: «Non è tempo o argomento di disinformazione. Da circa un mese abbiamo pubblicato per somma urgenza e con evidenza pubblica un bando per la raccolta di quel percolato che in particolare tracima da una delle tre vasche di ispezione. Sono stati effettuate le campionature che dopo le analisi di rito ci potranno dire dove poter smaltire il liquido che dovrà essere raccolto. Questo - rimarca il primo cittadino - secondo tutte le procedure di norma. Inoltre gli 800mila euro stanziati dalle Regione ci sono stati accreditati nell’ultima decade di dicembre. Per poter essere spesi, bisognerà aspettare il prossimo bilancio. Ma, grazie alla somma urgenza delle procedure che stiamo mettendo in atto per limitare i danni provocati dal percolato in discarica, potremo utilizzare parte di quei fondi molto presto. Inoltre - ha concluso Depalma -, vista l’urgenza degli interventi, persino la Procura della Repubblica, che aveva disposto il sequestro dei lotti di discarica, ci ha dato il permesso di intervenire ogni qual volta si renderà necessario, senza dover chiedere le autorizzazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400