Mercoledì 19 Settembre 2018 | 07:09

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

premio a giovane chef

Se l'unicità della burrata
esalta il vero gusto del riso

riso e burrata

di MICHELE PIZZILLO

ANDRIA - Nel 1856, data di nascita di Riso Gallo, l’Italia non era ancora unita e, ad Andria, nessuno immaginava un formaggio come la burrata. L’unità d’Italia arriverà cinque anni dopo e la burrata negli anni Venti. Ci vorrà quasi un secolo perché riso e burrata si amalgamassero in una straordinaria finezza gustativa, grazie all’intuizione di un giovane chef nato in Perù e cresciuto professionalmente a Torino, Sergio Daniel Porras Salazar. Infatti questo 22enne professionista dei fornelli ha vinto il concorso «Premio Gallo, il risotto dell’anno» riservato agli chef emergenti e organizzato dall’azienda risicola fondata e tuttora di proprietà della famiglia Preve, con Bargiornale e Ristoranti, affidando la scelta ad una giuria tutta al femminile composta da giornaliste e cuoche stellate che hanno esaminato e degustato centinaia di piatti proposti da giovani chef tra i 18 e i 26 anni di età e da studenti degli istituti alberghieri. «Davanti al sublime risotto con burrata, trota affumicata, uova di trota, scorza di limone e shiso, devo dire che le giurate sono rimaste a dir poco estasiate», confida la direttrice di Bargiornale, Rossella De Stefano. Ma, «a rendere eccellente il piatto eccellente è la burrata – precisa il giovane vincitore del concorso – perché è l’unico formaggio che permette una perfetta mantecatura del riso e, nello stesso tempo, attenua il forte sapore della trota affumicata, rendendo equilibrato ed armonioso il piatto».

C’è voluto parecchio tempo prima di arrivare a quella che possiamo definire una ricetta perfetta. E, questo, grazie alla burrata «chi mi ha fatto scoprire un mio professore, originario di Bari, Alessandro Ricci», aggiunge Sergio durante la cerimonia di premiazione avvenuta nei saloni del Teatro alla Scala di Milano, dove è stato presentato anche il francobollo celebrativo delle riseria. Ed è stato subito amore o, addirittura ossessione, piacevole «perché metto la burrata dappertutto – aggiunge il giovane chef – e quando il prof. Ricci ha proposto di partecipare al concorso di Riso Gallo, ho subito pensato alla burrata come uno degli ingredienti base per avere un risotto unico. Un piatto che adesso preparo solo in occasioni particolari perché ne voglio conservare la sua grande preziosità».

E, così, dal concorso Riso Gallo e dalla bravura di un ragazzo peruviano, arriva la conferma dell’importanza della burrata nella cucina italiana e della considerazione che ne hanno i grandi chef che lavorano nei ristoranti stellati del Nord Italia. Tant’è vero che non c’è locale di Milano o di Torino, di Venezia o di Verona, che propone alta ristorazione che non ha in carta qualche piatto con la burrata come ingrediente. La burrata, però - è raro, purtroppo, trovare l’indicazione Andria affianco al nome del formaggio -. Peccato, perché con questo trend positivo per la burrata, per Andria sarebbe uno spot promozionale continuo nei grandi ristoranti del Nord, a costo zero oltretutto. Ne potrebbe nascere una sorta di turismo della burrata. E non solo.

Intanto il vincitore del concorso, che è stato in Puglia due anni fa, a San Pietro in Bevagna, non vede l’ora di poter visitare un caseificio di Andria per vivere dal vivo la produzione della burrata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Percorrono tutto l'Ofanto a piedi in 7 giorni: tra natura e rifiuti

Percorrono tutto l'Ofanto a piedi in 7 giorni: il viaggio tra natura e rifiuti

 
Monterricco

Trani, la cava dismessa diventa un percorso salutistico

 
Arresto cardiaco durante la messa, prete salva parrocchiana

Arresto cardiaco durante la messa, prete salva parrocchiana

 
Bisceglie, lite tra nigeriani finiscea coltellate: «Non paga la bolletta»

Bisceglie, lite tra nigeriani finisce
a coltellate: «Non paga le spese»

 
Canosa, si dimette vicesindacoIl sindaco M5S: sono dispiaciuto

Canosa, si dimette vicesindaco
Il sindaco M5S: sono dispiaciuto

 
A scuola senza zaino, parte l'iniziativa alla Caputi di Bisceglie

A scuola senza zaino, parte l'iniziativa alla Caputi di Bisceglie

 
Un barattolo salvavita, si conserva in frigo: ecco come funziona

Un barattolo salvavita, si conserva in frigo: ecco come funziona

 

GDM.TV

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 
Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino»

Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino» VD

 

PHOTONEWS