Venerdì 26 Aprile 2019 | 08:30

NEWS DALLA SEZIONE

L'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel foggiano
Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: morto cittadino straniero

Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: morto cittadino straniero

 
LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

chiuse le indagini

Ucciso per sedare rissa
a colpire fu un 16enne

Ucciso per sedare rissa a colpire fu un 16enne

BARI - Si è concluso uno dei due filoni di indagine sull'omicidio del 34enne tranese Biagio Zanni, l’uomo morto la notte del 20 settembre 2015 a Trani nei pressi del porto, dopo una rissa con un gruppo di quattro persone, tre all’epoca dei fatti minorenni e un maggiorenne. L’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato dal Tribunale dei minori di Bari ai tre, due fratelli e un loro amico. Tutti sono accusati di rissa, il più giovane, oggi ha 16 anni, è ritenuto responsabile della morte di Zanni. Secondo l’accusa, infatti, sarebbero stati i suoi fendenti a ucciderlo.

Non sono chiuse invece le indagini della Procura di Trani a carico di Gianluca Napoletano, 19enne, arrestato un mese dopo l'accaduto poiché inizialmente accusato di concorso in omicidio. Gli accertamenti degli investigatori hanno evidenziato come la sua responsabilità sia stata quella di colpire la vittima con pugni sferrati anche con un braccio ingessato. Zanni, invece, è morto per una grave emorragia per le profonde ferite a fianco e torace.

La rissa era cominciata perché Zanni, in giro con un amico, ne aveva preso le difese dopo che lo aveva visto discutere ed essere aggredito dal gruppo dei quattro fuori da un locale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400