Sabato 23 Gennaio 2021 | 16:06

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

IL PROCESSO

Strage dei treni sulla Andria-Corato: «C’erano regole per il blocco»

Nuova udienza del dibattimento sulla procedura telefonica dei controlli

Strage dei treni sulla Andria-Corato: «C’erano regole per il blocco»

ANDRIA - Un processo «pendolare», così come pendolari erano le 23 vittime ed i 51 feriti dei 2 treni della Ferrotramviaria scontratisi, il 12 luglio 2016, nella tratta a binario unico Andria-Corato regolata dal vetusto sistema del blocco telefonico. Il dibattimento, ripreso ieri dopo il rinvio dell’udienza del 4 marzo a causa dell’emergenza coronavirus, è proseguito nell’auditorium della parrocchia Santa Maria Addolorata delle Croci di Andria col controesame di un teste citato dai pm Alessandro Donato Pesce e Marcello Catalano.

Si tratta della quarta «stazione» del processo. Partito nel palazzo di giustizia di Trani; ben presto trasferito nella palestra del carcere tranese per evitare assembramenti ancor prima di quelli imposti dal Covid-19; tornato, in inverno, nelle aule del tribunale per problemi all’impianto di climatizzazione del carcere e quando comunque la partecipazione del pubblico era diminuita; ed ora, per lavori di ristrutturazione della palestra carceraria, in transito nell’auditorium parrocchiale andriese al fine di garantire le misure di distanziamento: diversamente il processo sarebbe stato nuovamente destinato al rinvio.

L’udienza di ieri è stata dedicata soprattutto al controesame del sostituto commissario di polizia John Battista che si occupò di diversi atti d’indagine in collaborazione col Nucleo Operativo Incidenti Ferrioviari (Noif). Il teste dell’accusa è tornato a deporre (in videoconferenza) dopo che il 19 febbraio per 5 ore aveva risposto alle domande dei pm. Ieri la parola è passata, per il controesame, ai difensori dei 18 imputati (17 persone, tra cui i capistazione di Andria e Corato in servizio al momento del drammatico scontro frontale, e la Ferrotrmviaria Spa quale persona giuridica). La deposizione di Battista si è incentrata soprattutto sui «quasi incidenti» e cioè sulla ventina di casi sfiorati prima del disastro ferroviario di 4 estati fa.

Per i legali degli imputati il controesame si è rivelato «proficuo». Secondo l’avvocato Leonardo Iannone, difensore dell’ex amministratore delegato di Ferrotramviaria Enrico Maria Pasquini, è emerso che «i quasi incidenti non hanno riguardato gli incroci in regime di blocco telefonico» e che «c’erano le regole e tutti i dispositivi perché il blocco telefonico funzionasse. In realtà, un numero considerevole di persone ha violato il regolamento, non osservando le disposizioni impartite dall’Azienda, che avrebbero evitato il disastro». Supplite, invece, con l’acquisizione delle dichiarazioni rese nel corso delle indagini preliminari, le previste testimonianze di 5 passeggeri dei 2 treni. Si torna in aula il primo luglio quando, dinanzi al Tribunale di Trani (in trasferta ad Andria) deporranno 2 consulenti della Procura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie