Sabato 13 Agosto 2022 | 23:16

In Puglia e Basilicata

L'iniziativa

Trani, violazioni sui DPCM Covid: uno sportello Confesercenti

Foggia, nel bar e nella kebabberia clienti che consumano al tavolo: sanzionati, attività chiuse per 5 giorni

01 Maggio 2020

LUCIA DE MARI

TRANI - Il 2020 porterà con sé numerosi ricordi, e quasi tutti verteranno intorno ad un unico tema: l’emergenza pandemica da coronavirus. Ricorderemo drammaticamente le morti, la sofferenza e la paura; ma altrettanto vividamente rievocheremo anche le restrizioni alla libertà personale che il Governo si è visto costretto a decretare. Non pochi cittadini ripenseranno poi a questo periodo senz’altro singolare anche per gli strascichi che porterà a chi ha eventualmente trasgredito agli oramai sempre più numerosi decreti e divieti governativi.

Non tutte le violazioni espongono a sanzioni penali, ma solo quelle che comportano un diretto ed immediato rischio per la pubblica incolumità: in pratica le norme volte a contenere l’epidemia da Covid-19 sono dure ma giudicate necessarie dal legislatore e protette da un apposito sistema sanzionatorio e repressivo.

Condotte apparentemente innocue, come l’andarsene in giro senza motivazioni di stretta necessità, possono avere conseguenze gravi ed esporre ad una seria responsabilità amministrativa ma rimangono, comunque, fattispecie penali estremamente gravi in caso di violazione della quarantena o di dichiarazione falsa alle forze dell’ordine. Nel caso di denuncia è bene essere consapevoli dei gravi effetti giuridici che ne possono derivarne e rivolgersi immediatamente ad un legale per ottenere assistenza e tentare di contenere il più possibile le conseguenze lesive discendenti dalla propria condotta.
Ma è chiaro che ci si può anche opporre nei modi e nei termini previsti, soprattutto se si ritiene di non essere incorsi in violazioni della legge.

Per questo motivo la Confesercenti della Bat ha istituito un importante servizio legato alle problematiche relative ai verbali di accertamento e contestazione di illecito amministrativo legato all’emergenza Covid 19: “Per tutti coloro i quali siano stati destinatari di verbali di accertamento, contestazioni, e contravvenzioni da parte di agenti delle Forze dell’Ordine e funzionari di Pubblica Sicurezza – spiega il direttore provinciale della Confesercenti, Raffaele Landriscina - sul territorio locale, regionale e nazionale in relazione a (presunte) violazioni ai vari decreti della Presidenza del Consiglio, Ordinanze regionali e comunali, la Confesercenti provinciale, unitamente agli avvocati del suo ufficio legale, Tiziana Brunetti e Fiorella Liotta, è a disposizione, a titolo gratuito, per informazioni e richieste chiarimenti sulla tematica esposta, al fine di valutare le varie tipologie di nullità ed eventualmente procedere alle relative impugnazioni dinanzi agli organi competenti”.

Per informazioni si può contattare la Confesercenti Bat in via Malcangi, 197 – 76125 Trani, o chiamare la segreteria (0883-888236), segreteria@confesercentibat.it; www.confesercentibat.it; direttore Raffaele Landriscina 331/6213766; ufficio legale Liotta/Brunetti: 349/3856735, 324/5607472.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725