Domenica 21 Aprile 2019 | 22:36

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Trani

Bonificata la vasca, «riapre» Boccadoro

Tra nove giorni tornerà fruibile l’area naturalistica

Bonificata la vasca, «riapre» Boccadoro

TRANI - «Ci siamo: tra nove giorni esatti sarà definitivamente fruibile l’area naturalistica di Boccadoro. Le associazioni cui abbiamo affidato l’area per cinque anni, nell’ambito di un progetto di riqualificazione finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri, hanno di fatto terminato l’intervento. Da martedì 17 luglio organizzeremo una serie di iniziative di promozione e valorizzazione, attraverso visite didattiche per studenti e cittadini». Così il sindaco, Amedeo Bottaro, mostrando con orgoglio la progressione delle foto aeree che documentano gli stati di avanzamento dell’ormai completata bonifica della storica vasca di Boccadoro, sul litorale di ponente, a breve distanza dal confine con Barletta.

Si è partiti con la pulizia di quasi tutta l’area della vasca, la messa a livello del ruscello di uscita della stessa e la sistemazione del cancello. Poi i lavori si sono raffinati fino a restituire a quella vasca il suo aspetto originario, e per origini dobbiamo tornare ad un’epoca compresa fra 1700 e 1800, quando ancora non c’era Acquedotto pugliese e quella vasca avrebbe dovuto servire una Trani ben più piccola dell’attuale, ma che già pensava ad un opportuno, efficiente ed efficace approvvigionamento idrico.

Sebbene la vasca non fu mai avviata, secondo i programmi che ci si era dati, la sua sola presenza trasformò Boccadoro in una zona umida ed oasi faunistica di particolare pregio e richiamo. Con il tempo, però, la struttura fu lasciata in stato di abbandono e, progressivamente, le manutenzioni vennero meno facendo passare quel luogo totalmente nel dimenticatoio e trasformando quell’area, di particolare richiamo ambientale, in una zona fortemente degradata.

Le attività di riqualificazione sono state svolte dall’associazione Delfino blu, partner del Comune di Trani nell’ambito del progetto dal titolo «Esploriamo gli ambienti, percorsi didattici nella biodiversità attraverso la riqualificazione dell’area umida della vasca di Boccadoro». Si tratta di un progetto finanziato interamente con risorse della presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento della gioventù), che ha consentito al Comune di riqualificare sia la vasca ottocentesca di raccolta delle acque sorgive, sia l’intera area verde. «E La cosa più bella di questa nuova esperienza di recupero ambientale - torna a fare notare Bottaro - è avere entusiasmato i contadini che possiedono terreni confinanti: sono tornati a ripulire i loro fondi in stato di abbandono».

A completare uno scenario restituito al decoro, anche il decespugliamento di tutte le zone prossime all’aria della vasca, con particolare riferimento all’area di svincolo della strada statale 16 bis. I lavori di sfalcio dei terreni incolti e la rimozione dei rifiuti rappresentano, così, un ulteriore biglietto da visita per una Boccadoro come non si era mai vista. E riportare la gente lì, per ammirare luoghi restituiti alla fruizione pubblica ed intrattenerla con manifestazioni, è una circostanza assolutamente senza precedenti: per fortuna, c’è sempre una prima volta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400