Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:23

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

 
BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Trani

Bonificata la vasca, «riapre» Boccadoro

Tra nove giorni tornerà fruibile l’area naturalistica

Bonificata la vasca, «riapre» Boccadoro

TRANI - «Ci siamo: tra nove giorni esatti sarà definitivamente fruibile l’area naturalistica di Boccadoro. Le associazioni cui abbiamo affidato l’area per cinque anni, nell’ambito di un progetto di riqualificazione finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri, hanno di fatto terminato l’intervento. Da martedì 17 luglio organizzeremo una serie di iniziative di promozione e valorizzazione, attraverso visite didattiche per studenti e cittadini». Così il sindaco, Amedeo Bottaro, mostrando con orgoglio la progressione delle foto aeree che documentano gli stati di avanzamento dell’ormai completata bonifica della storica vasca di Boccadoro, sul litorale di ponente, a breve distanza dal confine con Barletta.

Si è partiti con la pulizia di quasi tutta l’area della vasca, la messa a livello del ruscello di uscita della stessa e la sistemazione del cancello. Poi i lavori si sono raffinati fino a restituire a quella vasca il suo aspetto originario, e per origini dobbiamo tornare ad un’epoca compresa fra 1700 e 1800, quando ancora non c’era Acquedotto pugliese e quella vasca avrebbe dovuto servire una Trani ben più piccola dell’attuale, ma che già pensava ad un opportuno, efficiente ed efficace approvvigionamento idrico.

Sebbene la vasca non fu mai avviata, secondo i programmi che ci si era dati, la sua sola presenza trasformò Boccadoro in una zona umida ed oasi faunistica di particolare pregio e richiamo. Con il tempo, però, la struttura fu lasciata in stato di abbandono e, progressivamente, le manutenzioni vennero meno facendo passare quel luogo totalmente nel dimenticatoio e trasformando quell’area, di particolare richiamo ambientale, in una zona fortemente degradata.

Le attività di riqualificazione sono state svolte dall’associazione Delfino blu, partner del Comune di Trani nell’ambito del progetto dal titolo «Esploriamo gli ambienti, percorsi didattici nella biodiversità attraverso la riqualificazione dell’area umida della vasca di Boccadoro». Si tratta di un progetto finanziato interamente con risorse della presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento della gioventù), che ha consentito al Comune di riqualificare sia la vasca ottocentesca di raccolta delle acque sorgive, sia l’intera area verde. «E La cosa più bella di questa nuova esperienza di recupero ambientale - torna a fare notare Bottaro - è avere entusiasmato i contadini che possiedono terreni confinanti: sono tornati a ripulire i loro fondi in stato di abbandono».

A completare uno scenario restituito al decoro, anche il decespugliamento di tutte le zone prossime all’aria della vasca, con particolare riferimento all’area di svincolo della strada statale 16 bis. I lavori di sfalcio dei terreni incolti e la rimozione dei rifiuti rappresentano, così, un ulteriore biglietto da visita per una Boccadoro come non si era mai vista. E riportare la gente lì, per ammirare luoghi restituiti alla fruizione pubblica ed intrattenerla con manifestazioni, è una circostanza assolutamente senza precedenti: per fortuna, c’è sempre una prima volta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie