Mercoledì 24 Aprile 2019 | 13:54

NEWS DALLA SEZIONE

Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPrimo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
BariNel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
LecceL'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

agroalimentare

Burrata di Andria, intrapreso il percorso per il marchio Dop

Il Consorzio ha intrapreso - è emerso - un percorso di trasformazione che porterà la ‘Burrata di Andria' ad essere prodotto a Denominazione di origine protetta (Dop), rispetto all’attuale indicazione geografica protetta (Igp)

consorzio tutela burrata di Andria

ANDRIA - Cresce in Puglia la tutela dei prodotti garantiti da marchi di qualità e provenienza, come nel caso della 'Burrata di Andria', il formaggio fresco di latte vaccino prodotto nelle Murge, che può contare su un consorzio di tutela recentemente riconosciuto da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Le attività dell’ente consortile sono state presentate ieri a Bari nella sala conferenze dei Carabinieri Forestali Puglia, dal presidente del Consorzio, Salvatore Montrone, e dal coordinatore Francesco Mennea, alla presenza dell’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia, e dei consiglieri regionali Filippo Caracciolo (Pd), Grazia Di Bari (M5s), Nino Marmo (Fi), Sabino Zinni (Esp).

Il Consorzio ha intrapreso - è emerso - un percorso di trasformazione che porterà la ‘Burrata di Andria' ad essere prodotto a Denominazione di origine protetta (Dop), rispetto all’attuale indicazione geografica protetta (Igp). «Oggi è un momento importante in cui si consolida - ha sostenuto Di Gioia - la forza imprenditoriale del sistema produttivo agricolo che potrà avere maggiore operatività nella tutela e promozione della burrata. Il Consorzio, nato nel 2017, consolida il valore economico del prodotto e consente anche maggiori prospettive a quei produttori che conferiscono il latte e che, anche nell’ambito della trasformazione dalla Igp verso la Dop, potranno trarne assoluto vantaggio in termini di quantità vendute e di prezzo». «La Regione sarà al fianco di iniziative come queste con l’obiettivo - ha concluso Di Gioia - di dare maggior valore alle produzioni, tutelare i produttori nel riparto della filiera del prezzo e garantire una maggiore remunerazione del lavoro svolto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400