Lunedì 15 Agosto 2022 | 00:45

In Puglia e Basilicata

L'intervista

Happy Casa Brindisi-Burnell: «Vi svelo i segreti del colpo»

Happy Casa Brindisi-Burnell: «Vi svelo i segreti del colpo»

Il diesse Giofrè racconta com’è maturato l’ingaggio dell’ala

25 Luglio 2022

Angelo Sconosciuto

Il 20 luglio scorso, con l’ingaggio dell’ala Jason Burnell il «colpo di mercato» per la Happy Casa Brindisi che può valere una stagione. Due giorni dopo, l’annuncio che l’ala italiana Andrea Mezzanotte (207 cm) è «100% biacoazzuro». Il «duo» Vitucci-Giofrè, tornato dagli States è all’opera. Ed è utile intrattenersi con il direttore sportivo della società brindisina, Simone Giofrè, appunto, con la Happy Casa da maggio 2018, pluripremiato dagli stessi colleghi per come interpreta e svolge il suo ruolo.

Direttore Giofrè, ci sveli un piccolo segreto. Com’è maturato il “colpo” Burnell?

«È un giocatore che conosciamo da almeno tre anni. Lo cercavamo già due anni fa, dopo l’anno disputato a Cantù: volevamo prenderlo poi Sassari è stata convincente di noi. Adesso che scadeva il contratto con Sassari abbiamo puntato su di lui, come uno dei primi obiettivi di mercato. La conclusione della trattativa si è avuta adesso perché ha valutato offerte più interessanti della nostra che non si sono concretizzate e ora è sotto contratto con noi.

Sembra di capire che il ds Giofré sia come una grande stazione ferroviaria che controlla tanti binari, quanti sono i campionati che contano, A2 italiana compresa e non sfugge nulla delle statistiche…

«Faccio come tutti i miei colleghi: seguiamo tanti campionati europei ed anche le seconde leghe di tante nazioni, la A2 tedesca, la A2 turca… Direi però che è un lavoro di visione tecnica dei giocatori: le statistiche sono talvolta una conferma di ciò che si è visto».

I tifosi scrivono sui social: un roster come Vitucci vuole, fra difesa e velocità….

«Lasciano giudicare ai tifosi. L’importante è che ci sia l’entusiasmo».

Azzardiamo una previsione: Covid permettendo, come sarà il campionato 2022/2023?

«Adesso si fa un po’ fatica: il Covid è cambiato, è mutato, ma non possiamo prevede nulla. Quello che ci si augura è che la situazione sia gestibile; che il campionato non venga intaccato nuovamente. Sarebbe il terzo campionato di fila che si disputerebbe. Certo è che ci ha lasciato segni indelebili: ci si ferma, ci si allena male, non ci sia allena, i giocatori di fanno male più spesso. Nel nostro piccolo abbiamo riscontrato che il Covid dell’inizio e della seconda stagione ha portato ad un numero di infortuni molto più alto. Guarda caso il numero è aumentato tantissimo in tutto il campionato e in tutte le squadre. Credo che il Covid abbia comunque portato ad un indebolimento generale del corpo e questo è un elemento da non sottovalutare».

Brindisi quale ruolo potrà avere nel prossimo campionato?

«Noi dobbiamo anzitutto metterci in testa che ogni anno si parte per salvarsi. Ogni anno si azzera e come vede la squadra è quasi azzerata, a parte Perkins, e non ci si può permettere di pensare ad un obiettivo diverso. Adesso non c’è un gruppo, non c’è una chimica… Magari queste verranno già dal primo allenamento, magari ci sarà fra mesi, talvolta accade che non si creerà… Quindi l’imperativo di ogni anno è: ripartiamo con grande coraggio e determinazione, raggiungiamo la salvezza e poi vedremo…».

E in Coppa?

«Non sappiamo il nostro roster, non sappiamo le squadre nostre avversarie. Di sicuro sarà una vetrina per i nostri giocatori, per il nostro club, che partecipa ad una competizione europea per il quarto anno consecutivo. L’obiettivo è fare il meglio possibile».

Definiamo con un aggettivo i beniamini del pubblico brindisino, che ha portato al palaPentassuglia: John Brown III...

«Unico».

Darius Thompson...

«Elegante».

Derek Willis...

«Volante».

D’Angelo Harrison...

«Bomber».

Nick Perkins...

«Determinato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725