Giovedì 20 Settembre 2018 | 08:45

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

università di Bari

Un posto da ricercatore? Che fatica
e il Tar Puglia rimescola le carte

Due diverse commissioni, divergenze di opinioni, ora anche la decisione del Tar, ed è tutto da rifare

Tar Puglia, nel 2016 smaltititutti i ricorsi contro appalti

di VALENTINO SGARAMELLA

BARI - Ricorso al Tar Puglia per un posto di ricercatore a tempo determinato all’Università di Bari nell’ex dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Tardoantico della Facoltà di Lettere. Una contesa che dalle aule universitarie si trasferisce in quelle dei tribunali amministrativi. È quanto accade alla dottoressa Sabina Castellaneta, il cui ricorso dinanzi al giudice amministrativo è stato accolto.

La vicenda comincia nel 2013 quando la Regione bandisce una misura denominata «FutureInResearch» che finanzia progetti condotti da ricercatori a tempo determinato selezionati dall’Università di Bari. La Castellaneta, vincitrice della selezione regionale con un progetto in letteratura greca, presenta 27 titoli e 12 pubblicazioni. L’altro concorrente 8 titoli e 7 pubblicazioni.

A settembre 2015 si istituisce una prima commissione composta dai professori Fausto Montana e Franco Montanari (componenti esterni) e Olimpia Imperio (componente interno). Il dissidio tra i commissari nasce attorno al metodo di valutazione dei candidati. Che criterio stabilire nell’assegnazione del punteggio? I professori Montana e Montanari optano per il cosiddetto «metodo della maggioranza», la Imperio chiede che sia impiegata la media aritmetica dei voti espressi da ciascun commissario. Si chiede un parere all’Avvocatura universitaria e questa indica il criterio della media aritmetica. La commissione applica, dunque, tale metodo per la valutazione di Castellaneta, ma, nel corso dei lavori, i due componenti esterni, nonostante il parere opposto dell’Avvocatura, applicano il metodo della maggioranza per la valutazione dell’altro candidato. I candidati giungono in tal modo a un punteggio di parità: 52/100 per entrambi.

A questo punto il rettore Antonio Uricchio non approva l’esito della commissione «per evidenti profili di illegittimità» ponendo l’accento proprio sulla violazione della par condicio tra i concorrenti. Uricchio nomina così una seconda commissione il 5 maggio 2016 e si riparte da zero.

I tre docenti che compongono la rinnovata commissione sono i professori Neri, Gostoli e Zanetto. Neri e Zanetto riformulano la griglia valutativa (i pesi da attribuire a titoli e pubblicazioni) pur essendo noti i nomi e perciò anche i titoli e le pubblicazioni dei candidati. Contraria la Gostoli, dell’Università di Perugia, che nel verbale del 13 giugno 2016 dichiara: «La griglia approvata sembra, nel suo complesso, avvantaggiare chi ha al suo attivo un minor numero di pubblicazioni». Sulla Castellaneta prevale così l’altro candidato per 60 a 53.

Sabina Castellaneta, difesa dall’avvocato Antonio Leonardo Deramo, impugna l’esito dinanzi ai giudici amministrativi che accolgono il ricorso. Il Tar (presidente Angelo Scafuri, relatore Maria Grazia D’Alterio), dispone la nomina di una nuova commissione. Si riparte da zero. Il rettore si limita a dire che «le sentenze della magistratura vanno rispettate ed eseguite» e a precisa domanda risponde: «Vincerà chi merita». Insomma, la «partita» è tutt’altro che conclusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

 
Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

 
Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

 
Giancaspro fa ricorso al Tar«Bloccate l'esordio del Bari»

Giancaspro fa ricorso al Tar: «Bloccate l'esordio del Bari». Decaro: «Da tifoso mi sento offeso»

 
Oltre cento bustine di marijuana e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

Oltre cento bustine di droga e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

 
Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia domani davanti al Consiglio Regionale

Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia davanti al Consiglio Regionale

 
Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

 
Bari, agguato al rione Madonnellaspari tra la gente: un giovane a terra

Bari, spari al rione Madonnella, operato il giovane ferito, sta bene

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS