Domenica 20 Gennaio 2019 | 22:12

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

Bari dice addio al re dei panzerotti

A Bari i panzerotti sono «Di Cosimo», anzi stroppiando il cognome in un inesistente nome «da Cosimo».  Oggi parte di quella tradizione scompare per sempre con la morte del fondatore della storica pizzeria: Antonio Di Cosimo aveva 84 anni e forse non si immaginava che sarebbe diventato parte integrante della tradizione culinaria di questa città
Bari dice addio al re dei panzerotti
A Bari i panzerotti sono «Di Cosimo», anzi stroppiando il cognome in un inesistente nome «da Cosimo». Così è da decenni tanto che intere generazioni di baresi sono passate dalla piccolissima pizzeria al fianco del carcere per mangiare rigorosamente in piedi (o sul cofano dell'auto) enormi panzerotti fritti. Impossibile mangiarli dentro (e senza scottarsi): non c'è spazio sufficiente e comunque cartelli inequivocabili ti invitavano ad uscire.

Oggi parte di quella tradizione scompare per sempre con la morte del fondatore della storica pizzeria: Antonio Di Cosimo aveva 84 anni e forse non si immaginava che sarebbe diventato parte integrante della tradizione culinaria di questa città. Forse anche per questo la famiglia (oggi campeggia un manifesto di lutto sulla saracinesca) ha preferito far sapere che le esequie si sarebbero svolte in forma strettamente privata.

Tutta la città piange un uomo che ne ha fatto la storia. E la Rete che ha già iniziato il suo tam-tam ricordandolo con tantissimo affetto: «Rip Cosimo, vai e insegna agli angeli a friggere i panzerotti» riproducendo l'errore di scambiare il cognome per il nome di persona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400