Venerdì 22 Gennaio 2021 | 21:25

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
Al San Giacomo
Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

 
Covid 19
Adelfia, 28 contagi in una Rssa: una settimana fa i vaccini nella struttura

Focolaio ad Adelfia, 28 contagi in una Rssa: una settimana fa i vaccini nella struttura

 
Il virus
Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

 
Il caso
Calunniò il premier Conte, interrogato per 4 ore a Roma l'ex giudice Bellomo

Calunniò il premier Conte, interrogato per 4 ore a Roma l'ex giudice Bellomo

 
nel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
Carabinieri
Controlli a Mola: denunciato uomo positivo al Covid, «Ero uscito a passeggiare»

Controlli a Mola: denunciato uomo positivo al Covid, «Ero uscito a passeggiare»

 
L'inchiesta
Crac del deposito franco al porto di Bari, indagato anche Cassano

Crac del deposito franco al porto di Bari, indagato anche Cassano

 
nel Barese
Ceglie del Campo, in un garage arsenale con armi e 45kg di droga: 3 arresti

Ceglie del Campo, in un garage arsenale con armi e 45kg di droga: 3 arresti

 
emergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Il caso

Psichiatra uccisa a Bari, rischio prescrizione per ex dg dell'Asl

Processo sulle carenze della sicurezza, giudici accelerano verso la sentenza

Psichiatra uccisa a Bari, rischio prescrizione per ex dg dell'Asl

BARI -  Rischia di finire in prescrizione l'accusa di morte come conseguenza di altro reato contestata all’ex direttore generale della Asl di Bari, Domenico Colasanto, nel processo sulle presunte omissioni sulla sicurezza che avrebbero contribuito a causare la morte della psichiatra barese Paola Labriola, uccisa da un paziente il 4 settembre 2013 con 70 coltellate nel centro di salute mentale di via Tenente Casale, nel quartiere Libertà di Bari.

La difesa dei familiari della vittima, costituiti parte civile con gli avvocati Michele Laforgia e Paola Avitabile (Polis), ha sollevato in aula la questione della prescrizione, che per il reato legato alla morte (l'unico per il quale i familiari sono costituiti) dovrebbe intervenire il 4 marzo, salvo calcolo di sospensioni, cioè a sette anni e mezzo dal delitto e a quattro dall’inizio del processo. Al termine dell’udienza, i giudici hanno calendarizzato le prossime date fino alla sentenza, fissando quasi una udienza a settimana, dal 20 gennaio al 25 febbraio.

Oltre a Colasanto, difeso da Vincenzo De Michele, nel processo sono imputate altre cinque persone, tra cui l’ex funzionario Alberto Gallo, difeso da Francesco Paolo Sisto e Angelo Loizzi (Studio FPS). Il pm Baldo Pisani contesta loro, a vario titolo, i reati di omissione di atti d’ufficio, falso e induzione indebita a dare o promettere utilità. Nell’udienza odierna, Colasanto ha reso dichiarazioni spontanee, negando di aver costretto i suoi funzionari a falsificare i Dvr (Documenti di valutazione dei rischi) e definendo l’omicidio della psichiatra come una «tragica fatalità».
Nel processo è costituita parte civile anche la Asl, citata nella doppia veste di responsabile civile. Per il delitto è già stato condannato in via definitiva a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato Vincenzo Poliseno, che sta scontando la pena in carcere. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie