Giovedì 29 Ottobre 2020 | 15:21

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
La nomina
Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

 
nel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
Il caso
Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

 
Il video
Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

 
Il caso
Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

 
La manifestazione
Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà»

Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà». Lanciati fumogeni e bombe carta FOTO/VIDEO

 
Sanità
Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

 
Il virus
Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

 

Il Biancorosso

Calcio
Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
BatLa scoperta
Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 
BariGiustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

 
Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 

i più letti

La questione

Polo giustizia Bari: situazione insostenibile, Decaro scrive a Mattarella

Chiede una spinta per restituire dignità alla funzione giudiziaria del capoluogo di regione

Intimidazioni ai sindaci Decaro andrà da Minniti

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha scritto al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per chiedere «una spinta per restituire dignità alla funzione giudiziaria del capoluogo di regione. Credo che queste condizioni non siano più sopportabili». Lo ha annunciato lo stesso sindaco Decaro, a margine della riunione in Prefettura a Bari per definire la sede dove celebrare il processo sul crac della Banca popolare di Bari, parlando del progetto del Polo della Giustizia barese. Durante la riunione «ho consegnato due lettere che ho mandato al ministro della Giustizia - ha spiegato Decaro - in cui riferisco di aver scritto al presidente della Repubblica in maniera irrituale, ma spero non irriverente, però ritenevo opportuno informare il presidente la Repubblica del fatto che purtroppo da gennaio di quest’anno, quando c'è stato il tavolo tecnico inter-istituzionale, non abbiamo ancora notizie e, come si vede anche da quello che sta accadendo per il processo della Banca Popolare di Bari, gli spazi presi in affitto non sono idonei, non risolvono i problemi».

"Abbiamo deciso nel 2014 la locazione» del nuovo Polo giudiziario nell’area delle ex Casermette di Bari, "all’unanimità di tutti gli attori istituzionali - ricorda il sindaco - , abbiamo firmato il protocollo già nel luglio 2019 con i fondi a disposizione (97 milioni di euro, ndr), abbiamo l'opportunità di altri fondi con il recovery fund e ho chiesto al presidente Conte di mettere altre risorse per realizzare da subito non solo il Tribunale penale ma anche il civile e il tribunale dei minori e, con il decreto semplificazioni che prevede l’individuazione di opere strategiche che hanno la necessità della nomina di un commissario, ho chiesto di inserire il polo della giustizia di Bari tra le opere da commissariare, con un commissariamento da parte di un dirigente del Ministero della Giustizia o chi vorranno loro. L’importante - ha concludo Decaro - è che si proceda speditamente perché la città ha bisogno del suo polo della giustizia».

PLAUSO PENALISTI BARI - «Plaudiamo all’iniziativa del sindaco e speriamo che almeno il presidente della Repubblica mostri sensibilità per l’offuscata dignità del servizio giustizia nella nostra terra». Lo dice in una nota il presidente della Camera penale di Bari, Guglielmo Starace, commentando la notizia della lettera inviata dal sindaco Antonio Decaro al presidente Mattarella sul Polo della Giustizia. "E' il caso di ribadire che a Bari l’organizzazione della giustizia penale - dice Starace - non è ostacolata tanto dall’esigenza di contenere i rischi di contagio virale, quanto dall’assoluta incapacità delle istituzioni di rendere disponibile una struttura, per funzione e per natura, idonea ad assumere il nome di Tribunale. Il drammatico sviluppo dei problemi generati dalla pandemia non ho fatto altro che fare risaltare ancora una volta il problema dell’edilizia giudiziaria rispetto al quale, ormai da lungo tempo, si accusa un silenzio assordante». Starace evidenzia che «le scelta del ministero si sono sinora rivelate non soltanto intempestive ed errate, ma addirittura dannose per la giustizia e per la salute di tutti gli operatori» e auspica di «riprendere con forza l’impegno intrapreso nel maggio 2018 per ottenere finalmente per Bari, a causa dell’evidente stato di emergenza, la nomina di un commissario che si occupi tempestivamente della sistemazione definitiva delle sedi giudiziarie, palesemente inadatte ad assicurare il servizio essenziale della giustizia». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie