Martedì 14 Luglio 2020 | 03:24

NEWS DALLA SEZIONE

il decreto
Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

 
nel barese
Monopoli, riuscita la simulazione di soccorso nel lago sotterraneo

Monopoli, riuscita la simulazione di soccorso nel lago sotterraneo

 
il risultato
Policlinico Bari, lo studio: «Nessun legame tra geloni nei bimbi e Coronavirus»

Policlinico Bari, lo studio: «Nessun legame tra geloni nei bimbi e Coronavirus»

 
giornali e caffè
Gioia del Colle, il barista camerunense confessa «Senza la Gazzetta non so stare»

Gioia del Colle, il barista camerunense confessa: «Senza la Gazzetta non so stare»

 
istruzione
Bari, ripartenza in salita fra banchi monoposto e scuole da riattivare

Bari, ripartenza in salita fra banchi monoposto e scuole da riattivare

 
Sparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Il caso
«Quell’uomo sui monti era Pietro»

«Quell’uomo sui monti era Pietro»: presunto avvistamento di un uomo scomparso nel Barese un anno fa

 
I controlli
Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

 

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil decreto
Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

 
TarantoProroga cig
Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

 
Lecceil rogo
Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

 
PotenzaTragedia sfiorata
Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

 
Bat5 anni fa la tragedia
BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 

i più letti

Le dimissioni dei consiglieri

Corato, al Comune tutti a casa dopo tre mesi: cade il sindaco

Dopo soli 88 giorni dalla sua elezione, Pasquale D’Introno non è più il sindaco di Corato

Consiglio di Corato, tutti a casa dopo soltanto tre mesi: cade il sindaco

CORATO - Fine della corsa. Dopo soli 88 giorni dalla sua elezione, Pasquale D’Introno non è più il sindaco di Corato. A decretarne la caduta, al culmine di una travagliata crisi politica che ha accompagnato l’amministrazione sin dalle primissime battute, sono state le dimissioni della maggioranza dei consiglieri comunali. Ieri, intorno all’ora di pranzo, in 14 (ma ne sarebbero bastati 13) hanno depositato le firme dinanzi a un notaio, determinando la fine immediata dell’esecutivo.

A dimettersi sono stati gli 8 esponenti di Direzione Italia (Gabriele Diaferia, Ignazio Salerno, Filippo Tatò, Nando Bucci, Lella Sergio, Gianni Berardi, Leonardo Miccoli e Aldo De Palma), Enzo Mastrodonato e Riccardo Porro di Fratelli d’Italia (il partito più vicino a D’Introno), Cosimo Zitoli (presente nel gruppo misto ma, di fatto, nelle file di Forza Italia), Domenico Tedeschi di Idea e i consiglieri di opposizione Paolo Loizzo (Italia in comune, Ape, Sinistra democratica) e Nico Longo (Movimento 5 stelle). «A testa alta, anzi altissima. Un abbraccio a tutti i miei concittadini» è stato l’unico commento dell’ormai ex sindaco, diffuso attraverso i social come spesso ha fatto in questi tre mesi. Le dimissioni dei consiglieri sono state protocollate a Palazzo di città nonostante solo poche prima D’Introno avesse formalmente accettato di azzerare la giunta, condizione posta dalla «sua» maggioranza - ma anche dai vertici provinciali di Direzione Italia e Fratelli d’Italia - per riprendere il dialogo tra le forze politiche. Ma, evidentemente, non è bastato.

La profonda spaccatura tra sindaco e maggioranza si è materializzata il 22 luglio scorso. Nel primo consiglio comunale, quando tutti attendevano la ufficializzazione della giunta, D’Introno non si è presentato in aula, facendo sapere tramite Facebook di aver presentato le dimissioni (poi ritirate venti giorni più tardi), presumibilmente a causa del mancato accordo sui nomi degli assessori. Un paio di giorni dopo il sindaco ha quindi nominato una giunta diversa da quella prevista dagli accordi elettorali presi con la sua coalizione. Ed è stato l’inizio della fine. Da quel momento la maggioranza non si è più presentata in aula e l’assemblea non è riuscita neppure ad eleggere il presidente - primo punto all’ordine del giorno - o a ratificare la nomina dei revisori dei conti. Persino il giuramento del primo cittadino non ha avuto luogo. Ora il consiglio comunale - di cui proprio ieri era prevista l’ennesima riunione - verrà sciolto e in città tornerà ancora una volta il commissario straordinario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie