Mercoledì 18 Settembre 2019 | 13:11

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

 
Dopo la nostra denuncia
Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

 
La sentenza
Valenzano, il Consiglio di Stato: «Gravi rapporti con i clan nel Comune»

Valenzano, il Consiglio di Stato: «Gravi rapporti con i clan nel Comune»

 
Polis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
Diritti negati
Bari, negato accesso a studentessa disabile: «Niente stanza in fitto»

Bari, negato accesso a studentessa disabile: «Niente stanza in fitto»

 
Zona Cecilia
Modugno, dopo 50 anni sarà abbattuto lo storico «bubbone»

Modugno, dopo 50 anni sarà abbattuto lo storico «bubbone»

 
La ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
Commissariato
Monopoli, Polizia ritrova due valigie rubate a turisti olandese

Monopoli, Polizia ritrova due valigie rubate a turisti olandese

 
Ambiente

Polignano, in stallo il progetto del resort a Costa Ripagnola

 
Il bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
L'arresto
Bari, in due svaligiano appartamento di un'aziana: bloccati dai cc

Bari, in due svaligiano appartamento di un'aziana: bloccati dai cc

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa sentenza
Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

 
LeccePresi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
MateraPreso dai Cc
Tito, ai domiciliari ma spacciava: n cella un 49enne

Tito, ai domiciliari ma spacciava: in cella un 49enne

 
BrindisiIn cella un 58enne
Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

 
BatIn centro
Andria, sorpreso a spacciare da finanziere in bici: in cella 46enne

Andria, sorpreso a spacciare da finanziere in bici: in cella 46enne

 
TarantoDalla Gdf
Evasione fiscale, sequestrati beni a ditte abbigliamento Martina Franca

Evasione fiscale, sequestrati beni a ditte abbigliamento Martina Franca

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 

i più letti

La sentenza

Anziana uccisa a Bari, omicidio come vendetta dopo licenziamento del killer

Il dipendente, assunto nel ristorante del figlio della vittima, ha avuto l'ergastolo: ecco le motivazioni della sentenza

Radicci

BARI -  «Voleva ammazzare il datore di lavoro ma non trovava l’occasione per vendicarsi del licenziamento e aveva deciso di farlo con la madre», «sottraendola con violenza ai propri figli», mentre lei «cercava di difendersi con terrore dal suo assassino». È quanto i giudici della Corte di Assise di Bari scrivono nelle motivazioni della sentenza con cui nel marzo scorso hanno condannato alla pena dell’ergastolo, riconoscendo le aggravanti dei futili motivi e della crudeltà, il 30enne albanese Ogert Laska, processato per l’omicidio della 71enne Rosa Maria Radicci, uccisa nella sua villetta a Palese (Bari) il 13 novembre 2016. Ai familiari della vittima, assistiti dall’avvocato Marilisa Lorusso, i giudici hanno riconosciuto il risarcimento dei danni.

L’imputato, ex dipendente del ristorante del figlio della signora Radicci, con una dipendenza dal gioco d’azzardo - «si era giocato anche l’affitto» riferiscono gli atti giudiziari -, conosceva la donna perché spesso le portava la spesa a casa per conto del figlio. Qualche mese prima era stato licenziato ma pretendeva di riottenere il lavoro o avere altro denaro come liquidazione. Quel giorno, come documentato da immagini di telecamere di videosorveglianza della zona, era andato in bici, fermandosi a lungo, davanti alla villetta della vittima proprio nelle ore in cui la donna fu uccisa. Era stata lei ad aprire la porta al suo assassino, poi sorpresa alle spalle in un momento di distrazione, soffocata, strangolata e incappucciata con una busta della spazzatura fissata al collo con del nastro adesivo. Il corpo fu trovato dalla figlia, che era andata a casa della madre perché preoccupata dal fatto che da ore non rispondeva al telefono. Ad incastrare il 30enne ci sono non soltanto i video, ma anche tracce biologiche trovate in casa della donna, intercettazioni telefoniche in cui l’uomo si confida con alcuni familiari prima di fuggire dall’Italia probabilmente per sottrarsi all’arresto e le rivelazioni di un suo ex compagno di cella al quale l'imputato avrebbe confessato il delitto. I giudici della Corte di Assise definiscono la «capacità di delinquere» di Laska «di eccezionale intensità» per un delitto «commesso nei confronti di un anziana donna sola e indifesa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie