Sabato 23 Marzo 2019 | 16:11

NEWS DALLA SEZIONE

I fatti nel 2015
Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

 
Ladro sfortunato
Sammichele di Bari: tenta furto in casa, arriva proprietario

Sammichele di Bari: tenta furto in casa, arriva proprietario

 
Ambiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
Tragedia sfiorata
Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche un barese

Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche il barese Francesco Citarella

 
Elezioni in vista
Bari, sabato 23 marzo Di Rella inaugura il comitato

Bari, sabato 23 marzo Di Rella inaugura il comitato

 
L'operazione della Gdf
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
L'operazione oro nero
Bari, blitz della Gdf contro gasolio di contrabbando: sequestrate 260 tonnellate

Bari, blitz della Gdf contro gasolio di contrabbando: sequestrate 260 tonnellate

 
Musica
Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

 
I numeri
Scuolabus a Bari, gps su tutti i mezzi: studenti più sicuri

Scuolabus a Bari, gps su tutti i mezzi: studenti più sicuri

 
Comune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Basso salento
Incidente tra Casarano e Ugento: giovane motociclista perde la vita

Incidente tra Casarano e Ugento:
giovane motociclista perde la vita

 
TarantoLa parodia su Youtube
Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

 
FoggiaUn 72enne
Carapelle, voleva farsi saltare in aria e uccidere tutti i condomini: arrestato

Carapelle, voleva farsi saltare in aria e uccidere tutti i condomini: arrestato

 
BariI fatti nel 2015
Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
MateraPer porto d'armi bianche
Pisticci, coltelli e tirapugni nello zaino: denunciato 20enne

Pisticci, coltelli e tirapugni nello zaino: denunciato 20enne

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 

Unioni civili

Bari, arriva il primo divorzio gay: e il Comune istituisce un nuovo «albo»

Il caso di una coppia che si era unita due anni fa, poi la scelta di dividersi

Bari, il primo divorzio gay: e il Comune istituisce nuovo «albo»

BARI - L’amore è finito. Capita. Quindi, prima di lanciarci tutti i piatti addosso, ci separiamo. Facile a dirsi. Provate a farlo se siete una coppia omosessuale. Prendiamo l’esempio di Bari: due persone dello stesso sesso si sono unite civilmente nel 2017, ma dopo circa due anni di convivenza si sono accorte di detestarsi. Si sono allora rivolte a un’avvocatessa che, varcata la soglia di Palazzo di città, ha detto: «Buongiorno, possiamo sciogliere un’unione civile?». Ecco, da qui in poi comincia lo psicodramma della burocrazia, quella ragnatela di leggi, norme, commi e codici che rimane sempre un passo indietro rispetto agli straordinari cambiamenti della società. Della vita vera.

Il Comune di Bari ha così istituito il registro per lo scioglimento delle unioni civili, registro che fino a qualche giorno fa non esisteva, perché nessuno si era mai posto il problema. «È stato molto difficile, una materia tutta nuova, complessa. Ma al Comune ho trovato persone di grandissima sensibilità», spiega l’avvocatessa Teresa De Crescenzo, che assiste le «parti». Anzi, tecnicamente, nei documenti, si parla delle «parti contraenti l’unione civile», ma anche il lessico, in questo ambito, è ancora da elaborare e digerire. Come puoi indicare i due protagonisti? Marito e marito? Moglie e moglie? Coniugi? No, perché non si tratta di un matrimonio. Partner? Come fosse una collaborazione tra enti? Compagni? Compagno uno e compagno due? Come nella ex Unione sovietica? Insomma, una materia così innovativa in una società così tradizionalista, che il paradosso è sempre in agguato.

Ad ogni modo, con grande pazienza, Teresa De Crescenzo ha lavorato da ottobre fino ai giorni scorsi. Ha studiato, confrontato leggi, sentenze, prassi fino a vedere istituito il registro comunale e dunque ottenere «la carta» da depositare in Tribunale e infine dar vita a un procedimento che di fatto segue il binario canonico del divorzio. «Il procedimento è già iscritto a ruolo - spiega l’avvocatessa - l’udienza è stata fissata per fine maggio, a tre mesi esatti dalla richiesta di scioglimento soggetto alla stessa disciplina del divorzio. In Italia esistono già pronunce giurisprudenziali in tal senso. A Bari stiamo tracciando una strada».

Al di là della parabola amministrativa e legale, va indagato il (meno evidente) profilo psicologico della vicenda. Dopo tante lotte per potersi unire legalmente, ufficialmente, dopo anni vissuti nell’attesa di portare in superficie un amore tenuto nascosto, ebbene, anche quell’amore può bruciare in fretta fino ad esaurirsi e lasciare posto al conflitto. Come ogni ordinaria storia tra esseri umani. Il cuore non conosce presunte diversità. In ultimo, vanno annotati i sentimenti che questa storia consegna a tutti noi. L'amarezza, la tristezza di un amore finito, e su questo (cinici esclusi) siamo tutti d'accordo. Ma non va assolutamente taciuto anche un altro petalo del più grande fiore dei diritti. Gli omosessuali hanno raggiunto il diritto di unirsi legalmente, ora anche di mettere fine a quell'unione legale. I tempi in cui era necessario vivere nell'ombra sono davvero archiviati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400