Lunedì 22 Aprile 2019 | 22:16

NEWS DALLA SEZIONE

La raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
Degrado in città
Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

 
Gli eventi in città
Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

 
Il video
Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

 
La tragedia
Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

 
Uscita fuori porta
Cassano, negozi aperti a Pasquetta per i gitanti di Mercadante

Cassano, negozi aperti a Pasquetta per i gitanti di Mercadante

 
Il colpo di fortuna
Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

 
L'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
La protesta
Bari, rinnovo esenzione ticket: code e disagi. Fi: «Solita disorganizzazione»

Bari, rinnovo esenzione ticket: code e disagi. Fi: «Solita disorganizzazione»

 
L'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
Verso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

L'omicidio

Anziana uccisa a Bari, albanese «confessò» il delitto in cella

Laska, ha scritto alla Corte di assise riferendo anche il movente dell’omicidio: vendetta nei confronti del figlio della vittima, suo ex datore di lavoro. Difesa chiede ricusazione giudice

Radicci

BARI - Avrebbe confidato al suo ex compagno di cella di essere l’autore dell’omicidio di Rosa Maria Radicci, la 71enne uccisa nella sua villetta a nel rione Palese di Bari il 13 novembre 2016. La presunta confessione di Ogert Laska, 29enne albanese a processo per il delitto dinanzi alla Corte di assise di Bari, sarebbe contenuta in una lettera a firma di un detenuto che riferisce quanto raccontatogli in carcere dall’imputato durante la detenzione. Il detenuto, che attualmente non è più in cella con Laska, ha scritto alla Corte di assise riferendo anche il movente dell’omicidio: vendetta nei confronti del figlio della vittima, suo ex datore di lavoro.

Il pm che ha coordinato le indagini, Luciana Silvestris, ha chiesto che l’autore della lettera venga sentito in aula come testimone. Il presidente della Corte, però, Giovanni Mattencini, ha rinviato ogni decisione sulla citazione del nuovo teste all’udienza del 19 novembre, sospendendo nel frattempo il processo e i termini della custodia cautelare perché la difesa dell’imputato ha insistito col chiedere la ricusazione di Mattencini. Questa richiesta, già avanzata alcune settimane fa e dichiarata inammissibile dalla Corte di appello, è stata fatta perché - secondo la difesa - il presidente, durante l’esame dell’imputato, avrebbe anticipo il giudizio di colpevolezza. Toccherà ora alla Cassazione decidere se accogliere o respingere la ricusazione del presidente Mattencini.

Resta intanto interdetto dall’aula il figlio della vittima, a causa di comportamenti verbalmente violenti assunti durante le precedenti udienze nei confronti dell’imputato, suo ex dipendente accusato dell’omicidio della madre. Stando alle indagini della Squadra Mobile, l’anziana sarebbe stata ammazzata per una vendetta nei confronti del figlio che, alcuni mesi prima, aveva licenziato il 29enne albanese dal suo ristorante. La 71enne fu strangolata e incappucciata con una busta della spazzatura. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400