Venerdì 19 Aprile 2019 | 18:14

NEWS DALLA SEZIONE

La scomparsa
Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

 
L'indiscrezione
Efe Murat, il mercantile arenato lascia il porto di Bari

Efe Murat, il mercantile arenato lascia il porto di Bari

 
Nel Barese
Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

 
Verso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
Arte
Bari, inaugurata opera di Tremlett «Wall Surface», dedicata a gallerista Marilena Bonomo

Bari, inaugurata opera di Tremlett «Wall Surface», dedicata a gallerista Marilena Bonomo

 
La polemica
Palagiustizia Bari, i penalisti: «Il polo non è nel programma dei candidati sindaci»

Palagiustizia Bari, i penalisti: «Il polo non è nel programma dei candidati sindaci» La replica di Melini e Pani: «Non è vero»

 
Letteratura
Il calcio femminile con ironia: a Bari la presentazione del libro di Christian Montanaro

Il calcio femminile con ironia: a Bari la presentazione del libro di Christian Montanaro

 
Sicurezza
Bari, controlli polizia vicino stazione e ateneo: 1 denuncia

Bari, controlli polizia vicino stazione e ateneo: 1 denuncia

 
In viale Einaudi
Bari, licenza falsa per far entrare il doppio delle persone: sospesa attività in un locale

Bari, licenza falsa per far entrare il doppio delle persone: sospesa attività in un locale

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
BariLa scomparsa
Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
LecceVerso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
FoggiaAccoglienza
Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

La decisione

Il sindaco di Corato si dimette: «Atto non revocabile»

La scelta è arrivata dopo tensioni con Forza Italia e con Noi con l’Italia

Massimo Mazzilli

CORATO -  Il sindaco di Corato, Massimo Mazzilli, a capo di una coalizione di centro destra, ha rassegnato questa mattina le sue dimissioni definendole «non revocabili». Il primo cittadino del comune in provincia di Bari, mette così fine alla consiliatura a pochi mesi dal termine naturale, essendo stato eletto nel mese di maggio del 2014. Mazzilli, in una conferenza stampa, ha spiegato che questo è l'epilogo di una crisi amministrativa che si è aperta nel dicembre 2017, «con la presentazione della mozione di sfiducia presentata da undici consiglieri comunali poste in essere da due forze politiche che avevano sin qui assicurato il sostegno, Noi con l’Italia e Forza Italia».

«A pochissimi mesi dalla scadenza naturale del mandato amministrativo - aggiunge Mazzilli - questo brutto e inconcepibile atto di Noi con l’Italia e Forza Italia, posso affermarlo, è un 'omicidio politicò consumato soprattutto in danno della popolazione e delle attività economiche che operano in città». «Spero che la cittadinanza - ha sottolineato - con lucidità ed obiettività sappia poi individuare vittima e carnefice». Secondo la ricostruzione che il sindaco dimissionario stesso ha fatto, dopo la ricucitura del primo strappo, con il Consiglio comunale che rigettò la mozione di sfiducia, in più occasioni vi sarebbero state recrudescenze e insofferenze delle due forze politiche originariamente in quota all’amministrazione Mazzilli, e cioè Forza Italia e Noi con l'Italia, fra cui le dimissioni del presidente di due commissioni consiliari e quelle di tre giorni fa del presidente del Consiglio comunale Ignazio Salerno, che di fatto sono state l'ultimo atto della crisi di maggioranza ed elemento scatenante che ha portato il sindaco a rassegnare oggi le sue dimissioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400