Mercoledì 13 Novembre 2019 | 12:30

NEWS DALLA SEZIONE

Il punto
La variabile acciaieria tra Governo e legislatura

La variabile acciaieria tra Governo e legislatura

 
Il punto
Governo, troppe le spinte centrifughe

Governo, troppe le spinte centrifughe

 
l'opinione
Stato padrone o Stato arbitro, in gioco il futuro di una città Stato

Stato padrone o Stato arbitro, in gioco il futuro di una città Stato

 
l'opinione
In trappola (d'acciaio) l'intero Mezzogiorno

In trappola (d'acciaio) l'intero Mezzogiorno

 
il commento
Così affossano il Mezzogiorno: tutto lo choc in una sera tv

Così affossano il Mezzogiorno: tutto lo choc in una sera tv

 
L'analisi
Sempre più difficile l’impresa di fare impresa

Sempre più difficile l’impresa di fare impresa

 
Il punto
Poveri giovani, se lavorate

Poveri giovani, se lavorate

 
L'analisi
Classi dirigenti di ieri e oggi: un confronto impietoso

Classi dirigenti di ieri e oggi: un confronto impietoso

 
L'analisi
Comunicazione permanente per assordare Palazzo Chigi

Comunicazione permanente per assordare Palazzo Chigi

 
L'analisi
Le parole di Draghi non diventino prediche inutili

Le parole di Draghi non diventino prediche inutili

 
L'opinione
L'altra Italia, quella più bella che non ha bisogno di odiare

L'altra Italia, quella più bella che non ha bisogno di odiare

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn campagna
Foggia, Polizia recupera rimorchio carico di sanitari rubati

Foggia, Polizia recupera rimorchio carico di sanitari rubati

 
TarantoRione Borgo
Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

 
PotenzaSoccorso in Basilicata
Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate dopo il collaudo

Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate solo dopo il collaudo

 
LecceIl processo
Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

 
BrindisiL'arresto
Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

 
BariOperazioni dei Cc
Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

 
BatPalazzo Della Marra
Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

 

i più letti

Il punto

Il partito della gogna sui social

Il caso Cera: la giustizia farà il suo corso, ma i veleni giustizialisti e il sentimento accecante della vendetta corrono il rischio di avvelenare i pozzi della convivenza civile e dello spazio pubblico italiano

Il partito della gogna sui social

Ogni inchiesta giudiziaria in Italia, da Tangentopoli a oggi, divide l’opinione pubblica tra colpevolisti e innocentisti, ma soprattutto risveglia gli istinti roventi di un irruente giustizialismo che scorre sotterraneo nella società. È il mito sempiterno di «Mani pulite», sublimato nelle versioni più attuali, fino al «Vaffa» grillino. Risuonano così, in versione social, le monetine velenose (alla fine ne furono raccolte per la somma di ben duecentomila lire).

Monetine lanciate a Roma dalla folla antipartitocratica contro il leader socialista Bettino Craxi. Risuonano sulla bacheca di Maria Giuliani, moglie di Napoleone Cera, consigliere regionale agli arresti domiciliari con il padre Angelo, per il coinvolgimento nell’inchiesta sul malaffare nel Foggiano. «Vi prego stateci vicini e non lasciateli soli»: Maria coraggiosamente difende il marito e la sua famiglia, riaffermando la centralità del matriarcato nella società meridionale. E la sua difesa non omette nessun particolare: «Al di là della scena, che non consiglio a nessuna moglie o figlio di vedere, (Napoleone, ndr) è stato portato via in macchina dai finanzieri come uno dei più tremendi criminali sulla faccia della terra. Volevo solo rassicuravi che stanno bene, sereni, e che sono certi di poter ricostruire tutte le accuse che vengono mosse nei loro confronti. Parliamo di tentata concussione. Sarebbero i primi politici italiani ad essere stati arrestati non per essersi intascati soldi ma per cose che tra l’altro non sono avvenute. Per talune come già ha spiegato il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, rimangono nelle prerogative della politica». La conclusione: «Non abbiamo paura! Ma vogliamo sentire la vostra presenza per darci più forza, come abbiamo sempre fatto».

Il controcanto di questo post pubblicato su Facebook è nella condanna preventiva di una parte del popolo della Rete: l’inchiesta sui Cera - che deve ancora instradarsi in un processo - merita per molti già una condanna definitiva, con accuse che vanno dal politico al personale. Gli effetti sono quelli di un tentato linciaggio mediatico vero e proprio, attenuato dalla solidarietà degli amici dei due politici postdemocristiani.

L’Italia resta prigioniera del mito incapacitante di Tangentopoli: l’opinione pubblica non è stata in grado di costruire gli anticorpi per arginare il malcostume della politica (ma spesso a «chiedere aiutini» sono proprio illustri Soloni della società civile) mentre ha dimenticato come condanne preventive, poi demolite nei vari gradi di giudizio, abbiano distrutto carriere professionali e politiche (basterebbe rileggere la storia del caso di Enzo Tortora).

Il rispetto del lavoro di inquirenti, investigatori e magistratura non cancella l’intangibilità della persona umana, seppure indagata, come emerge dall’accorata preghiera della moglie di Napoleone Cera. La giustizia farà il suo corso, ma i veleni giustizialisti e il sentimento accecante della vendetta - ben diversi dalla legittima aspirazione alla giustizia e alla lotta contro il malaffare - corrono il rischio di avvelenare i pozzi della convivenza civile e dello spazio pubblico italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie