Domenica 22 Settembre 2019 | 18:43

NEWS DALLA SEZIONE

Nel foggiano
S.Giovanni Rotondo: Andrea Bocelli canta a sorpresa a messa per S.Pio

S.Giovanni Rotondo: Andrea Bocelli canta a sorpresa a messa per S.Pio

 
L'iniziativa
Castellana, in farmacia una libreria per curare la mente

Castellana, in farmacia una libreria per curare la mente

 
Arte
Molfetta si trasforma in capitale della scultura

Molfetta si trasforma in capitale della scultura

 
Benessere
Bari diventa capitale dello shiatsu: ecco tutte le iniziative

Bari diventa capitale dello shiatsu: ecco tutte le iniziative

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Il personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Sasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
La ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
La telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
Alla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 

Il Biancorosso

Serie c
Il Bari cerca la domenica perfetta

Il Bari cerca la domenica perfetta

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa sentenza
Matera, mobbing all'ispettorato del lavoro: condanna

Matera, dipendente ispettorato del lavoro vittima di mobbing: condanna

 
FoggiaL'agguato
Foggia, due minori aggrediti alla festa nel parco: un ferito

Foggia, due minori aggrediti alla festa nel parco: un ferito

 
Brindisiin zona cappuccini
Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

 
LecceSalute
Lecce, allarme melanomi: dal 2003 casi in aumento

Lecce, allarme melanomi: dal 2003 casi in aumento

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 

i più letti

il ricordo

Addio Leone di Lernia
«Il mio tormento
per un'intervista»

Leone di Lernia

di ALBERTO SELVAGGI

Il mio rapporto con Leone Di Lernia, al pari di tutti gli altri a pensarci, fu veramente particolare. «Liòne» (io lo chiamavo così in ode alla sua animalità popolana) mi fulminò nei Settanta quando ero un misto tra un bambino e un ragazzo, non appena lo vidi dimenarsi sulla leggendaria tivù locale Telebari in «Gaccia ad’avè» (cover pugliastra di «I’gotcha» di Joe Tex), con abominoso cinturone su trippa presleyana (alla Elvis).
Così quando attorno al Duemila incominciai a firmare sulla «Gazzetta» la serie «L’intervista della domenica», paginate intere dedicate ai pugliesi famosi, scatenando un pandemonio a settimana, il mio eroe spiccava tra i primi nel listone. Spinsi facilmente il Lione, ingenuotto, oltre il limite che già frequentava di suo. Finché, dopo aver dato della «puttanazz’» – per scherzo, ovvio - alla buona moglie, espettorò un risolutivo: «Perché tutte le femmine di Trani sono zoccole». Frase che, ligio, riportai sul giornale punto per punto.

Fu la fine. Per Di Lernia, e per me un poco pure. Le donne di Trani, sobillate da post-femministe facinorose, marciarono alla volta del Comune chiedendo la testa del cantore di tutte le cozzalitudini. Causa effetto a catena, al Leone venne stracciato il contratto del concertone che doveva tenere nella città natìa a suggello del gran ritorno. Alcuni savonaroliani affissero manifestini quali «Di Lernia vattene da Trani» e «Leone vergogna», tanto che la madre del reo, malvista per induzione, tappata in casa fu colta da malore. E da allora il tapino indirizzò la frusta sull’artefice delle afflizioni: io.

Dopo trattativa mediata da colleghi per farmi smentire ciò che avevo e ho ancora inciso su supporto, prese a chiamarmi quasi ogni giorno, tra il serio e il faceto, per due mesi, minacciando di mandarmi «in rovina, mulacchione!, visto che hai fatto pigliare l’infarto pure a mamma!», sproloquiando, modulando frasette seducenti o finto-ricchioniche, e cabrando alfine ogni volta nell’invettiva con urlo: «Albertino… Come sei carino con quel bell’occhiolino… Ma che bel visino: sei il mio ciccino..? Eh? Albertino… Mavaff… Kittemm’… La puttan’ d’ màmt’… Keddafess… Ricchionazz’ d’ mmerd…!». Eccetera eccetera.
Né lui né io sapevamo dove finisse il gioco e incominciasse lo sfogo. Lione ci aveva preso tanto gusto che ormai mi chiamava imprecando e cantandomi hit napoletane con gloglottanti gorgheggi («Te si’ fatta ‘na vesta scullàaata..!»), senza soluzione. Per me la consuetudine, quasi intesa reciproca, aveva assunto l’ovvietà del sole: «Uè, ciao Leone, beh, di’…». Più volte ho lasciato il telefono affinché parlasse con sé, da solo, o l’ho passato mentre ero alla guida ad amici e amiche: «Cavolo, ma è veramente Di Lernia! È pazzo..! Vendiamo le registrazioni?».
Ci fu una coda un anno dopo, quando mia sorella, incauta, gli si presentò a una grande fiera a Milano: «Ah… Sei parente di quel pieno di corna?! Ah, brava… Ma vaff..! Selvaggi di ‘stu c..!». Finché Lione svanì dalla mia vita, senza motivo, come adesso per sempre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie