Venerdì 19 Agosto 2022 | 06:34

In Puglia e Basilicata

Tagghiate Urban Fest

Mecna e Coco live, a Lecce cantano la loro «Bromance»

Mecna e Coco live, a Lecce cantano la loro «Bromance»

Il concerto questa sera alle 21 nel nuovo parco urbano Tagghiate Urban Factory

15 Luglio 2022

Bianca Chiriatti

Torna la grande musica nel nuovo parco urbano Tagghiate Urban Factory di Lecce, che questa sera alle 21 nell’ambito della rassegna musicale Tagghiate Urban Fest ideata da Molly Arts Live, all’interno del cartellone estivo Lecceinscena, ospiterà il concerto di Mecna e CoCo, affiancati dalla band composta da Alessandro Cianci (chitarra), Pierfrancesco Pasini (tastiere), Lvnar (dj/synth) e Andrea Dissimile (batteria). Entrambi rapper e cantautori, il loro incontro era scritto nel destino, dato che si chiamano entrambi «Corrado»: Mecna è pugliese di San Giovanni Rotondo, classe ‘87, e CoCo, classe ‘88, è napoletano verace, e accanto a due avviate carriere soliste hanno dato vita a questo progetto comune.

A ottobre è uscito il disco «Bromance», come è nata questa collaborazione?

«Già ci rispettavamo e ci stimavamo a vicenda, poi ci siamo scritti sui social e conosciuti a Londra, da lì sono nati i primi pezzi, l’idea di fare qualcosa insieme, e dopo un po’ di featuring è nato “Bromance”, un titolo che spiega il nostro rapporto, è un termine che vuol dire fratellanza, amore fraterno, e visto che nella nostra musica c'è molto di romantico ci piaceva».

Lavorare da soli e in coppia: che differenza c’è?

«Sicuramente è stata un’esperienza nuova, scrivere a quattro mani è un traguardo e una crescita a livello professionale e personale. Abbiamo scoperto nuovi modi di lavorare, ci siamo scambiati idee, bagagli di pensieri e modi di vedere le cose, ci siamo sicuramente aperti la mente a un nuovo modo di vivere la musica, che ci porteremo dietro anche nei nostri progetti solisti».

Lo scorso anno nonostante la pandemia avete suonato un po’ in giro, quest’anno com’è, con tutta la gente sotto il palco?

«All’inizio è stato strano, quasi non ci sembrava vero, poi era la prima volta che condividevamo un palco, abbiamo un mix di emozioni diverse, ma si vede che c’era questa voglia di ricominciare a vivere. E il pubblico sta rispondendo molto bene».

Siete entrambi uomini del Sud, Puglia e Campania, che legami avete con le vostre terre?

Mecna: «È una radice forte, ogni volta che vengo a suonare qui è sempre bello, la gente risponde con entusiasmo. Nella mia Foggia mancano gli spazi per suonare, ma ci sono a Bari e nel Salento, e i fan che viaggiano per venire ai concerti mi ricordano quando lo facevo anch’io, da piccolo».

CoCo: «Io vivo un po’ tutto il Sud come un territorio unificato, non ho mai lasciato Napoli fortunatamente, è tutto molto simile, ovunque vado mi sento sempre a casa».

Dopo l’estate? Vi separate?

«È arrivato il momento, Ci separiamo, ognuno torna ai suoi progetti solisti. Ma non smetteremo di collaborare, ci siamo trovati bene insieme e non è una cosa scontata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725