Martedì 04 Agosto 2020 | 04:38

NEWS DALLA SEZIONE

nuove uscite
«Maria Johanna», la hit estiva della crew tarantina SFK tra freschezza e suoni mediterranei

«Maria Johanna», la hit estiva della crew tarantina SFK tra freschezza e suoni mediterranei

 
nuove uscite
«Chapeau», da Bari il sound di Silvio Sisto, «Il Bomber» manda un messaggio di positività

«Chapeau», da Bari il sound di Silvio Sisto, «Il Bomber» manda un messaggio di positività

 
nuove uscite
«Rosso»: così il duo salentino La Malasorte conclude una trilogia cromatico-musicale

«Rosso»: così il duo salentino La Malasorte conclude una trilogia cromatico-musicale

 
nuove uscite
«Tossica», il nuovo lavoro della pugliese Ryah è un inno per imparare ad accettarsi

«Tossica», il nuovo lavoro della pugliese Ryah è un inno per imparare ad accettarsi

 
MUSICA
C'è una firma barese per il disco di Maione

C'è una firma barese per il disco di Paky Maione

 
MUSICA
Livio Minafra: la musica si apprende e si sogna con l’arte di improvvisare

Livio Minafra: la musica si apprende e si sogna con l’arte di improvvisare

 
nuove uscite
«Mama Apulia», l'inno d'amore del cantautore e polistrumentista Gentile

«Mama Apulia», l'inno d'amore del cantautore e polistrumentista Gentile

 
musica
Premio Andrea Parodi: tra i finalisti del contest dedicato alla world music anche i salentini Kalascima e Maria Mazzotta

Premio Andrea Parodi: tra i finalisti del contest dedicato alla world music anche i salentini Kalascima e Maria Mazzotta

 
a bitonto
Da Vinicio Capossela a Dente a Michielin: festa a Lama Balice

Da Vinicio Capossela a Dente e Michielin: festa a Lama Balice per il Luce Music Festival

 
a egnazia
Locus Festival 2020: già sold out i live di Niccolò Fabi e Vinicio Capossela

Locus Festival 2020: già sold out i live di Niccolò Fabi e Vinicio Capossela

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

 
BariIl caso
Bari, Petruzzelli contro Amiu: «Niente personale per estendere il porta a porta e si assume un nuovo dirigente»

Bari, Petruzzelli contro Amiu: «Niente personale per estendere il porta a porta e si assume un nuovo dirigente»

 
TarantoA Torricella
Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

 
PotenzaAutomobilismo
Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

 
Homel'allarme
Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

 
Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 

i più letti

Cultura e spettacoli

Nardò, «Sassidacqua» di Mino De Santis, fra dolce e amaro

Nel nuovo album il cantautore duetta anche con Giuliano Sangiorgi

Nardò, «Sassidacqua» di  Mino De Santis  fra dolce e amaro

NARDÒ - Ironico, istrione e disincantato al punto di non mettere a rischio la propria dignità musicale e di non perdere mai di vista il legame con le tradizioni della sua terra, linfa vitale per la sua «poetica». Caso raro di cantautore apprezzato a livello nazionale, come i più grandi della categoria, che si esprime esclusivamente nel proprio dialetto, quello leccese. Aggiungiamo, quindi, due aggettivi: coraggioso ma pienamente consapevole dei propri mezzi.

«Sassidacqua» è il titolo del quinto lavoro discografico di Mino De Santis che sarà presentato domani in un luogo molto evocati, una masseria recuperata all’uso pubblico, come location di eventi, ai limiti del parco di Portoselvaggio e su un balcone che si affaccia sullo Ionio.

Il cd è arrangiato, registrato e missato da Marcello Zappatore, pubblicato da Il Cantiere con la produzione esecutiva dell’Associazione Civilia. In uscita domani e distribuito anche in edicola (dal 15 luglio) con «quiSalento» - propone dieci brani originali. Tra gli ospiti Giuliano Sangiorgi che, per gentile concessione della Sugar, duetta con De Santis nel brano «Caddhripulina».

Grande attesa per la presentazione ufficiale che sarà ospitata nel cortile di Masseria Torrenova a Nardò nel cuore del Parco Naturale di Portoselvaggio. Un evento che è già «sold out».
Testimone di usi e tradizioni del meridione e del Salento, di storie di vita tra il triste e il comico, senza perdere mai l’ironia e la musicalità tipica dei cantautori italiani, De Santis prosegue il suo viaggio dopo il sorprendente esordio con «Scarcagnizzu» e «Caminante», la conferma di «Muddhriche» e la maturità di «Petipitugna».

Passano gli anni ma De Santis resta un fuoriclasse, unico nel suo genere perché ama ancora raccontare e lo fa come potrebbe fare un fotografo con le sue istantanee, un pittore impressionista nel fermare tutto su una tela o il saggio del paese nel riferire vizi e virtù della sua gente. Con dovizia e ironia.
In questa nuova avventura De Santis (voce e chitarra) è affiancato da Marcello Zappatore (chitarra, basso, tastiere, percussioni e arrangiamenti), Dario Congedo (batteria), Pantaleo Colazzo (fisarmonica), Mauro Semeraro (mandolino) e Massimo Marcer (fiati). Alcuni brani sono impreziositi dalle voci, come detto, di Giuliano Sangiorgi («Caddhripulina»), poi, di Cristiana Verardo («Chiove e ieu...» e «Reuma»), Marta De Giuseppe («Bandista claudicante», «Reuma» e «Chiove e ieu...»), dallo schiocco di dita di Giuseppe Stamerra («Bandista claudicante») e dal vocio e dai bisbigli di Samanta Campa («Malanghizzi corne e liti»).

I disegni della copertina e del booklet sono a cura dell’illustratore Enzo De Giorgi, già autore del libretto del disco «Il grande freddo» di Claudio Lolli (Targa Tenco come miglior album del 2017), che con «Sassidacqua» prosegue la sua ricerca sul tema «Affiorare, germogliare, rinascere».
«Le mie canzoni - spiega Mino De Santis - nascono da una necessità: parlano di alberi e di animali, di colori terrosi o liquidi, di arrivi e di partenze, di assenze e di presenze, in sintesi parlano di contrasti così come del resto è la vita, fatta di polarità opposte apparentemente inconciliabili». «Non mi riusciva - conclude - di trovare un titolo più appropriato da quello che infine ho scelto. L’ho pensato ed è subito diventato mio. Un ossimoro dove due realtà che si credono in contrasto, durezze di sassi e fluidità di acque si fondono insieme per diventare una cosa sola: “Sassidacqua” scritto tutto attaccato».
Ed ecco l’elenco dei nuovi brani: «Reuma, «Canto dalla terra, «La legge te li tardi, «Chiove e ieu..., «Malanghizzi, corne e liti,« Caddhripulina», «Il mare», «Bandista claudicante», «Tonio e concetti», «Patrunu te nenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie