Sabato 11 Luglio 2020 | 19:37

NEWS DALLA SEZIONE

Vino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
Il caso
Taranto, gambizza un pregiudicato in strada: fermato 42enne

Taranto, gambizza un pregiudicato in strada: fermato 42enne

 
Opere pubbliche
Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

 
il siderurgico
Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

 
dal 14 al 19 luglio
Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

 
La novità
Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

 
La decisione
Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

 
Il caso
Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

 
Sanità
Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

 
la visita
Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

 
La decisione
Sava, anziano perseguitato. In cinque a processo

Sava, anziano maltrattato e minacciato: in 5 a processo

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatMusica
Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

 
GdM.TVL'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
GdM.TVTurismo
Lo spot per promuovere le bellezze della Puglia: Toti e Tata diventano cartoon

Lo spot per promuovere le bellezze della Puglia: Toti e Tata diventano cartoon

 
TarantoVino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
FoggiaFurto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
PotenzaIstruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 

i più letti

L'inaugurazione

Taranto, intitolata ad Alessandro Leogrande la passeggiata del Lungomare

Alle ore 11 il sindaco Rinaldo Melucci, assieme alla famiglia Leogrande, ha inaugurato la via, alla presenza dei familiari

TARANTO - Da Taranto a Bolzano, senza confini, nel ricordo di Alessandro Leogrande. Esattamente a due anni dalla scomparsa dell’intellettuale, questa mattina, il Comune di Taranto ha scoperto la targa con la quale è stata intitolata la passeggiata all’illustre concittadino, nel sottostante litorale del Lungomare Vittorio Emanuele III. Alle ore 11 il sindaco Rinaldo Melucci, assieme alla famiglia Leogrande, ha inaugurato la via, alla presenza dei familiari a partire dalla mamma Maria, del gruppo degli studenti del liceo Archita dove Alessandro ha studiato e di tutti gli amici che si sono fatti portatori del progetto di intitolazione di quell’area affacciata sul mare «che era cara a mio figlio - ha detto la madre dell’intellettuale scomparso - perché presentava la prospettiva di libertà razziale che lui ha scandagliato nei suoi scritti».

A fare da tramite con Palazzo di Città, per l’intitolazione della via, è stato lo storico economico Salvatore Romeo, che di Leogrande ha curato il volume contenente i suoi scritti su Taranto, «Dalle macerie» (edito da Feltrinelli), insieme al fratello dell’intellettuale, Davide, architetto che ha messo a disposizione le sue competenze per l’allestimento della passeggiata. Nel progetto vi è infatti l’idea di vederne realizzato un parco letterario caratterizzato dai pensieri del giornalista. «Questa sarebbe una prospettiva bellissima che di sicuro mio figlio da lassù apprezzerebbe» dice Maria Giannico. Al suo fianco vi è anche monsignor Paolo Oliva, parroco della chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù, docente di Alessandro presso il liceo «Archita». Il prelato ha condotto la cerimonia di intitolazione toponomastica, ricordando come «fosse forte lo spirito di giustizia dello scrittore e giornalista tarantino già da tempo degli studi superiori e che oggi, soprattutto in questo momento drammatico per il territorio jonico, sotto ricatto tra salute e lavoro, risuona in modo illuminante». A due anni dalla scomparsa, sono diverse in Italia le attestazioni di tributo culturale ad Alessandro Leogrande.

Dalla sua Taranto dove stasera, alle 21 al TaTà, si terrà per la prima volta l’opera da camera «Katër i Radës. Il naufragio», musicata da Admir Shkurtaj con il libretto di Leogrande che ha tratto spunto dal suo romanzo-reportage «Il naufragio» (Feltrinelli 2011), in cui racconta il dramma del Venerdì Santo del 1997, quando la piccola motovedetta Katër i Radës, carica di 120 migranti in fuga dall’Albania, scomparve nelle acque del Canale d’Otranto. Ottantuno i morti, di cui molti non avevano nemmeno sedici anni. Loro sognavano l’Italia, quella nazione che oggi ricorda fortemente Leogrande. Lo farà in più zone della Penisola, come Bolzano, dove si presenterà «Dialogo sull’Albania», libro postumo di Alessandro Leogrande (1977-2017) e del politico e scrittore Alex Langer (1946-1995) in cui sono raccolti gli articoli scritti dai due autori nel corso dei loro viaggi e incontri nel Paese delle Aquile. Proprio nel giorno in cui l’Albania, cara a Leogrande, piange le sue perdite umane per colpa di un devastante terremoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie