Sabato 18 Settembre 2021 | 00:40

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La nave a Pane e Pomodoro

Bari, mercantile arenato continua a inclinarsi: sopralluoghi a bordo per evitare disastro ambientale

Partite questa mattina le operazioni di ricognizione di Guardia Costiera e Vigili del fuoco per capire gli interventi da attuare: la priorità resta lo svuotamento del serbatoio per scongiurare sversamenti di carburante

BARI - Sono ricominciate questa mattina le operazioni di ricognizione per il recupero dalla Efe Murat, la nave turca arenatasi sabato mattina sui frangiflutti davanti al lido di Pane e Pomodoro a Bari. Guardia costiera e vigili del fuoco sono impegnati in una serie di sopralluoghi sul mercantile per capire come procedere. Presente anche un elicottero che sorvola dall'alto la zona, anche per verificare l'assenza di tracce di inquinamento in acqua. Nelle ultime ore, la nave si sarebbe inclinata ulteriormente.

Sotto esame è innanzitutto il punto dove si è aperta una falla nello scafo, che sarebbe in corrispondenza di un locale attiguo alla stiva, e si sta studiando come procedere per svuotare il mercantile dal carburante che si trova nel serbatoio, circa 30 t, e da tutto ciò che potrebbe rappresentare veicolo e pericolo di inquinamento ambientale se dovesse verificarsi un cedimento strutturale del cargo. Solo successivamente, quando saranno arrivati a Bari due rimorchiatori che l’armatore sta facendo arrivare dalla Grecia e dalla Sicilia, si procederà al recupero del mezzo che verrà trainato nel porto di Bari.
Riguardo al rimorchiatore incagliatosi sul basso fondale mentre tentava di avvicinare la nave e trainarla al largo, si attende il miglioramento delle condizioni meteo per procedere al recupero.

L'obiettivo principale resta comunque quello di evitare il versamento in mare del carburante, in modo tale da scongiurare l'ipotesi di un disastro ambientale. Il diktat del sindaco di Bari, Antonio Decaro, è stato chiarissimo: la prima operazione da fare è disinnescare la bomba ecologica in cui si è trasformata l'imbarcazione. Ecco alcuni scatti del sopralluogo in corso nelle vicinanze del lido cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie