Martedì 09 Agosto 2022 | 18:53

In Puglia e Basilicata

emergenza

Foggia, rifiuti ovunque: ora anche i topi

Cassonetti pieni, cade un albero per il maltempo: città sempre più fragile

29 Luglio 2022

Redazione Foggia (foto Maizzi)

FOGGIA - Aspettando il contratto di servizio con Amiu Puglia (da otto anni, ma ora ci starebbero lavorando i commissari), Foggia appare ai suoi cittadini sempre più sporca e in balìa di se stessa. I cassonetti sono pieni di immondizia da giorni, anche ieri i camion sono stati avvistati soltanto in alcune zone della città. Il servizio di raccolta risulta complicato e affannoso a causa dello stato di saturazione dell’impianto di biostabilizzazione del Tmb (trattamento meccanico-biologico) di Passo Breccioso, i camion provenienti da altri centri della provincia fanno la fila davanti all'impianto prima di poter scaricare il quantitativo di rifiuti raccolto. Depositare i rifiuti del giorno (umido soprattutto) è sempre più un’impresa per i foggiani che devono farsi largo tra i cumuli di buste di “monnezza” e altro materiale di risulta depositato tutto intorno. Compaiono vecchi materassi, divani da buttare, ogni genere di rifiuto che staziona per giorni in vie anche centrali della città. Uno spettacolo a dir poco indecoroso fornito ai visitatori. In alcune zone della città (Macchia gialla) i residenti segnalano anche la presenza di topi che scorrazzano tra le buste di immondizia a caccia di cibo. Una situazione sempre più raccapricciante che si associa alle erbacce che hanno ormai invaso quasi tutti i marciapiedi e all’inciviltà di molti che finisce per aggravare un quadro dell'assurdo.

I commissari del Comune non fanno promesse, ma trapela che si stia accelerando con Amiu e la firma del contratto di servizio potrebbe arrivare tra poco meno di un mese, forse già in pieno agosto. Servizio che dovrebbe finalmente regolamentare compiti e funzioni per la società compartecipata dal Comune di Foggia (25%), ma che finora si è sempre comportata (anche per responsabilità politiche locali) come una semplice assegnataria di un servizio da svolgere limitatamente ai compiti assegnati.

Ma è l’immagine di degrado della città ad angosciare maggiormente i foggiani di rientro dalle vacanze estive. È bastata una pioggia torrenziale, mercoledì 27, di quelle pur prevedibili in piena estate ad aver ingigantito problemi di sempre: un albero caduto in via Matteotti ha danneggiato un’auto parcheggiata e divelto un palo della segnaletica stradale. Per fortuna nessun danno alle persone, ma il segnale di pericolo è eloquente per chi si trovasse nel pieno di un acquazzone a transitare nelle vie del centro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725