Venerdì 18 Giugno 2021 | 23:22

NEWS DALLA SEZIONE

il cd
«Santuario», la magia jazz di Girotto - Abbracciante

«Santuario», la magia jazz di Girotto - Abbracciante

 
Il caso
Bari, alberi tagliati a Villa Bonomo: polemiche

Bari, alberi tagliati in via Amendola: polemiche

 
Televisione
Matera, Imma Tataranni è tornata

Matera, Imma Tataranni è tornata

 
Incendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
Il sit in
Foggia, manifestazione in piazzale Italia contro i caccia di Amendola

Foggia, manifestazione in piazzale Italia contro i caccia di Amendola

 
Il video
L'ambasciatore israeliano Dror Eydar in visita alla Gazzetta

L'ambasciatore israeliano Dror Eydar in visita alla Gazzetta

 
Tecnologia
Bari, il robot Arachne consacra il liceo Scacchi squadra «olimpica»

Bari, il robot Arachne consacra il liceo Scacchi squadra «olimpica»

 
La curiosità
Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

 
Nel Brindisino
Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

 
Nel Foggiano
Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

 
L'incidente
Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeCovid
Puglia, riunione d'urgenza per fronteggiare la variante indiana

Puglia, riunione d'urgenza per fronteggiare la variante indiana

 
LecceIl blitz
Carmiano, Faider fiuta la droga e scattano due arresti

Carmiano, Faider fiuta la droga e scattano due arresti

 
PotenzaMobilità
Potenza, verifiche sul Ponte Musmeci, traffico deviato

Potenza, verifiche sul Ponte Musmeci, traffico deviato

 
BariL'iniziativa
Bari, al via i lavori per il parchetto dei cani

Bari, al via i lavori per il parchetto dei cani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 
Foggiail processo
Ucciso durante una rapina: Regione Puglia e associazione Panunzio parti civili

Ucciso durante una rapina: Regione Puglia e associazione Panunzio parti civili - Il 17enne confessa: «Non volevo ucciderlo»

 
BatGiustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
TarantoMonitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 

i più letti

Nel Foggiano

Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

Presente anche la sorella Angela per portare la sua testimonianza. Cianci fu ucciso nel '91 tentando di sottrarsi a un tentativo di furto nel suo negozio

È stato inaugurato questa mattina il bene confiscato alla mafia sito a Cerignola (Fg) e intitolato a Michele Cianci. Il terreno gestito dall’ATS “Le terre di Peppino Di Vittorio” è intitolato alla vittima innocente di mafia. La manifestazione si è svolta a partire dalle 10 sul terreno di circa 7 ettari con retrostante casetta colonica, in contrada San Giovanni in Zezza. A gestire il terreno è l'Associazione Temporanea di Scopo (ATS) denominata “Le terre di Peppino Di Vittorio”, costituita dalla cooperativa sociale Altereco di Cerignola, in qualità di ente capofila, e dalla cooperativa sociale Medtraining di Foggia e dal CSV Foggia (Centro di Servizio al Volontariato).

Il bene sottratto alla mafia, quindi, è intitolato a Michele Cianci, ucciso a Cerignola il 2 dicembre del 1991 per essersi opposto ad un tentativo di furto nel suo negozio. Il nome del giovane commerciante, che all'epoca dei fatti aveva solo 43 anni, fa parte del lungo elenco delle vittime innocenti di mafia. «La scelta di intitolare il bene confiscato alla mafia a Michele Cianci nasce dalla voglia e dalla necessità di fare memoria, di tenere vivo il suo sacrificio, di far conoscere la sua storia ed il suo nome alle nuove generazioni e a tutta la comunità locale». In occasione dell’inaugurazione ufficiale e della intitolazione del bene, è stata presente anche la sorella di Michele, Angela Cianci, per portare la sua testimonianza. All’evento hanno partecipato anche don Pasquale Cotugno, direttore della Caritas Diocesana Cerignola-Ascoli Satriano, ed Adriana Sabato, Commissario Straordinario del Comune di Cerignola. 

(video Maizzi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie