Martedì 27 Ottobre 2020 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

Il video
Torre Guaceto, la meraviglia della natura vista dall'alto

Torre Guaceto, la meraviglia della natura vista dall'alto

 
La ricerca
Covid 19, quale aria respiriamo nelle mascherine? Uno studio ce lo spiega

Covid 19, quale aria respiriamo nelle mascherine? Uno studio ce lo spiega

 
questa mattina
Foggia, il mercato del venerdì tra mascherine, distanze di sicurezza e rispetto delle norme anti-contagio

Foggia, il mercato del venerdì tra mascherine, distanze di sicurezza e rispetto delle norme anti-contagio

 
L'ordinanza
Covid 19 Puglia, da lunedì stop a lezioni in presenza per le ultime 3 classi delle superiori

Covid 19 Puglia, da lunedì stop a lezioni in presenza per le ultime 3 classi delle superiori. I sindacati: «Emiliano ritiri l'ordinanza»

 
A pagamento
Covid 19, in Puglia via libera anche a tamponi per asintomatici: costeranno 80 euro

Covid 19, in Puglia via libera anche a tamponi per asintomatici: costeranno 80 euro. La decisione di Emiliano e Lopalco

 
Social news
In Puglia il self service di benzina parla in dialetto tarantino: il video è virale

In Puglia il self service di benzina parla in dialetto tarantino: il video è virale

 
l'andamento dei contagi
Covid in Puglia, l'assessore Lopalco: ««Tracciamento difficilee pochi anestetisti»

Covid in Puglia, l'assessore Lopalco: «Tracciamento difficile e pochi anestesisti». Aumentano scuole chiuse nel Barese e nel Brindisino

 
A Bari vecchia
Bari, Decaro in una delle piazze della movida off limits: non è una chiusura. Ma la zona è deserta

Bari, Decaro in una delle piazze della movida off limits: «Non è una chiusura». Ma la zona è deserta

 
L'operazione
San Severo, tramite un parente prova a riacquistare immobile finito all'asta: sigilli a patrimonio boss

San Severo, tramite un parente prova a riacquistare immobile finito all'asta: sigilli a patrimonio boss

 
La decisione dopo il dpcm
Dpcm a Bari, Decaro: «Pronti a chiusura dopo le 21 per Bari vecchia, Umbertino e Poggiofranco»

Covid 19, a Bari 641 positivi. Decaro: «Troppi assembramenti? Pronti a chiusure mirate»

 
L'emergenza
Apocalisse Xylella, un docu-film racconta la tragedia degli ulivi di Puglia

Apocalisse Xylella, un docu-film racconta la tragedia degli ulivi di Puglia

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL’operazione
Bari, blitz dei Ros smantella organizzazione mafiosa: 48 misure cautelari

Bari, smantellata organizzazione mafiosa in blitz Ros: 48 misure cautelari

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Le indagini

Barletta, sfondano vetrina gioielleria in pieno centro e tra la folla: preso rapinatore grazie a Dna

Le indagini della Polizia: un 45enne catturato grazie alla tracce lasciate sul luogo del fallito colpo

Gli agenti del commissariato di Barletta e del commissariato di Cerignola, hanno arrestato un cerignolano di 45 anni, ritenuto uno dei componenti del gruppo che l'11 febbraio scorso ha tentato una rapina in una gioielleria utilizzando come ariete e un'auto e agendo sotto gli occhi di decine di persone.

Con un'auto rubata sulla quale era stata installata una barra metallica, insieme ad altri complici aveva tentato di sfondare la vetrina di una  gioielleria nel pieno centro di Barletta. Il primo tentativo di rapina non andò a buon fine per il mancato funzionamento dell’improvvisato ‘ariete’, che cedeva nell’impatto contro il muro e per l'arrivo di una pattuglia della Polizia Municipale.

Nel tentativo di guadagnare la fuga, il rapinatore speronava diverse autovetture parcheggiate nei pressi della gioielleria. Subito dopo, costretto ad abbandonare il veicolo, scendeva e raggiungeva una seconda vettura a bordo della quale, ad attenderlo, vi erano altri complici. Dopo il tentativo fallito, i rapinatori si assicuravano la fuga seminando chiodi a tre punte che avevano causato la foratura dei pneumatici della vettura della Polizia Municipale all’inseguimento dei rapinatori.

Gli agenti del Commissariato di Barletta, sul luogo dell'allsato, recuperavano la vettura utilizzata per sfondare la vetrina al cui interno c'era un fucile a canne mozze, perfettamente funzionante, con relativo munizionamento.

Durante il sopralluogo, gli investigatori notavano numerose macchie di sangue segno evidente del ferimento di uno dei malviventi: quindi veniva fatta una ricerca, ma senza esito, presso i vari ospedali della zona per accertare la visita al pronto soccorso di qualcuno che presentavano verosimilmente ferite al capo o agli arti superiori.

L’attenzione degli inquirenti si concentrava però sull’accesso di un paziente presso il Pronto Soccorso di Cerignola, in un orario successivo alla rapina, per una ferita al capo e dolori al braccio destro, lesioni compatibili con la dinamica ricostruita in fase di sopralluogo. L'interessato riferiva di essere stato investito mentre si trovava a bordo della bici.

Ma il dna delle macchie di sangue rinvenute sul luogo della rapina, confrontato con quello del ferito non hanno lasciato spazio ad alcun dubbio: era lo stesso. Da qui la richiesta di custodia cautelare in carcere, accolta dal gip del tribunale di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie