Venerdì 14 Agosto 2020 | 04:25

NEWS DALLA SEZIONE

La studentessa
Bari, non paga il posteggiatore e trova auto graffiata, la denuncia di Marianna è virale

Bari, non paga il posteggiatore e trova auto graffiata, la denuncia di Marianna è virale

 
LA DIRETTA
Bari, si riaccendono le luci su Parco 2 Giugno, Decaro: «Riprendiamoci i nostri spazi ma con le mascherine»

Bari, si riaccendono le luci su Parco 2 Giugno, Decaro: «Riprendiamoci i nostri spazi ma con le mascherine»

 
La curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
Verso il voto
Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

 
Le immagini
Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

 
Vip in Puglia
Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

 
Il video
L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

 
Criminalità
Bitonto, armati di pitsola rapinano auto a 3 donne che fanno benzina

Bitonto, armati di pistola rapinano auto a 3 donne che fanno rifornimento di benzina

 
nel Tarantino
Grottaglie, polizia scopre enorme discarica abusiva: 8 denunce

Grottaglie, polizia scopre enorme discarica abusiva: 8 denunce

 
Turismo
«Monopoli, la tua vacanza inizia da qui»: presentato il video promozionale

«Monopoli, la tua vacanza inizia da qui»: presentato il video promozionale

 
al capitolo
Monopoli, la strada è un fiume per la pioggia: ragazze bloccate in macchina salvate da polizia

Monopoli, la strada è un fiume per la pioggia: ragazze bloccate in macchina salvate da polizia

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariViolenza domestica
Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

 
TarantoIl caso
Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

 
BatIl caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 

i più letti

la vicenda

Tifoso Vultur investito, fu azione premeditata: «Faremo come a Nassiryia»

L'attacco fu organizzato come una vera e propria azione paramilitare

Andiamo a fare Nassiryia: questa espressione - con riferimento all’attentato che, il 12 novembre 2003, in Iraq, costò la vita a 19 italiani - dimostra che il "vero e proprio agguato» che costò la vita ad un tifoso, il 19 gennaio scorso, a Vaglio di Basilicata (Potenza), fu un’azione premeditata, organizzata con stile paramilitare: è una delle chiavi alla base del provvedimento eseguito stamani dalla Polizia, che ha portato quattro persone agli arresti domiciliari e 12 all’obbligo di dimora.
L’"aggressione preordinata» da parte dei tifosi della Vultur Rionero (Campionato di Eccellenza) ai danni di quelli del Melfi (Campionato di Eccellenza) costò la vita a Fabio Tucciariello, di 19 anni, tifoso rionerese, investito da un’auto guidata da un sostenitore melfitano. Nelle ore successivo a quel «vero e proprio agguato» - come lo ha definito oggi la Procura della Repubblica di Potenza - la Polizia arrestò 26 persone. Le indagini, nelle settimane successive, hanno portato alla raccolta di «prove scientifiche», analisi dei telefoni cellulari e intercettazioni. Il materiale ha portato la Procura a ritenere che quella che avvenne il 19 gennaio fu «una vera e propria imboscata», sia per il luogo scelto, sia perché i tifosi che attuarono l’agguato erano «travisati», secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie