Domenica 20 Ottobre 2019 | 12:52

NEWS DALLA SEZIONE

La visita
Matera, ministro Fioramonti pranza a scuola con i bimbi: e distribuisce borracce

Matera, ministro Fioramonti pranza a scuola con i bimbi: e distribuisce borracce

 
L'incidente
Crolla parte di una palazzina ad Andria: il video del ferimento del vvf

Crolla parte di una palazzina ad Andria: il video del ferimento del vvf

 
I controlli della Gdf
Altamura, sequestrati 10mila litri di gasolio senza documentazione: denunciato camionista

Altamura, sequestrati 10mila litri di gasolio senza documentazione: denunciato camionista

 
Disagi
Terlizzi, un fiume di acqua allaga il reparto di Medicina: disagi all'ospedale  Video

Terlizzi, un fiume di acqua allaga Medicina e Chirurgia: disagi all'ospedale

 
Dalla Gdf
Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

 
nel Barese
Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

 
sanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 
l'accordo
Salute: Regione Puglia firma convenzione su donazione midollo osseo

Salute: Regione Puglia firma convenzione su donazione midollo osseo

 
La novità
Bari, ecco il primo forno sociale: costruito dai cittadini con terra e paglia

Bari, ecco il primo forno sociale: costruito dai cittadini con terra e paglia

 
via al tour
Francesco Renga e la videodedica alla città di Bari: due concerti a novembre

Francesco Renga e la videodedica alla città di Bari: due concerti a novembre

 
Arte
«In viaggio con De Nittis»: l'artista pugliese in mostra all'aeroporto di Bari

«In viaggio con De Nittis»: l'artista pugliese in mostra all'aeroporto di Bari

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
BariIl fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
TarantoMARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Rapinatori seriali

Bari, pedinavano le nonne e le rapinavano nel portone di casa: due arresti

Si tratta di due pregiudicati baresi di 46 e 44 anni, che erano soliti appostarsi nei pressi di supermercati e farmacie del centro cittadino, ove sceglievano la propria vittima, la pedinavano per poi aggredirla una volta entrata nel portone di casa

BARI - Pedinavano donne anziane e le rapinavano nel portone di casa: arrestati due rapinatori seriali, le indagini sono scattate dopo le varie denunce arrivate alla polizia. 

Il modus operandi era sempre lo stesso: i due rapinatori, dopo aver raggiunto all’interno del portone di casa due donne anziane, le bloccavano alle spalle e con una mano sulla bocca delle vittime asportavano loro tutti i gioielli, strappandoli, e talvolta anche impossessandosi della borsa e del denaro ivi contenuto.

Le attività poste in essere dalla Polizia di Stato, tese alla tutela delle fasce più deboli, per prevenire e contrastare questo odioso fenomeno criminale, e le indagini degli agenti della Squadra Mobile di Bari hanno consentito di chiudere rapidamente il cerchio e quindi di bloccare i due rei.

Inoltre le immagini degli impianti di videosorveglianza orientati nei pressi dei luoghi ove sono avvenuti i fatti criminali hanno consentito, non solo di ricostruire nel dettaglio lo spregiudicato modus operandi messo in atto dai rapinatori, ma anche di risalire con certezza alla loro identità.
Si tratta di due pregiudicati baresi di 46 e 44 anni, che erano soliti appostarsi nei pressi di supermercati e farmacie del centro cittadino, ove sceglievano la propria vittima, la pedinavano per poi aggredirla una volta entrata nel portone di casa.

Dopo alcune settimane di continue ricerche, i poliziotti della Sezione Falchi della Squadra Mobile hanno rintracciato i due in pieno centro cittadino e dopo una breve fuga sono stati bloccati ed accompagnati negli uffici di Polizia; in un estremo tentativo di sottrarsi alla cattura uno di loro ha anche fornito agli agenti false generalità.
I due sono stati quindi sottoposti a fermo di Polizia e condotti presso il Carcere di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria con le accuse di rapina pluriaggravata continuata, lesioni aggravate e falsa attestazione sulle proprie generalità.

Il fermo poi è stato convalidato nella mattinata di ieri dall’Autorità Giudiziaria e nei loro confronti è stata emessa Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie