Venerdì 25 Settembre 2020 | 09:18

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Ps e Gdf
San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a plupregidicato

San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a noto pregiudicato

 
L'annuncio
Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

Puglia, nuova Giunta regionale, parità di genere rispettata: ci saranno 5 donne e 5 uomini

 
Sabato 25
Immigrazione, luci e ombre della sanatoria in agricoltura nel nel Foggiano: inchiesta Tv7

Immigrazione a Foggia, luci e ombre della sanatoria in agricoltura: inchiesta Tv7

 
L'iniziativa
Lecce, «No Covid» a scuola in sicurezza : il video tutorial degli studenti

Lecce, «No Covid» a scuola in sicurezza : il video tutorial degli studenti

 
Maltempo
Nubifragio nel Barese: ad Altamura strade allagate. A Ceglie del Campo intense grandinate

Nubifragio nel Barese: ad Altamura crolla muro e strade allagate. A Ceglie del Campo intense grandinate

 
Elezioni 2020
Regione Puglia, eletto esperto covid Lopalco: Emiliano lo «nomina» assessore in pectore

Regione Puglia, eletto esperto covid Lopalco: Emiliano lo «nomina» assessore alla Salute
Sanità e Ilva le principali sfide

 
il rogo
Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine

Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine

 
La diretta
Regionali Puglia, Emiliano verso la vittoria: bis contro Fitto

Regionali Puglia, Emiliano verso la vittoria bis contro Fitto. «Ho avuto paura di perdere. A Renzi? Non ho nulla da dire». Decaro: «La spinta decisiva da Vendola»

 
Scattano le sanzioni
Bari, a Pane e Pomodoro si gioca a beachvolley, ma senza distanziamento e mascherina

Bari, a Pane e Pomodoro si gioca a beachvolley, ma senza distanziamento e mascherina

 
Il video
Chiude il Disney Store di Bari, «Non spegniamo la magia»: il sit in dei lavoratori

Chiude il Disney Store di Bari, «Non spegniamo la magia»: il sit in dei lavoratori

 
Carabinieri
Lavoro in nero, controlli a tappeto nel Salento: sanzioni e ammende per oltre 120mila euro

Lavoro in nero, controlli a tappeto nel Salento: sanzioni e ammende per oltre 120mila euro

 

Il Biancorosso

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaOperazione Ps e Gdf
San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a plupregidicato

San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a noto pregiudicato

 
BrindisiBlitz della Ps
Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: eseguite 13 misure cautelari

Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: eseguite 13 misure cautelari

 
BariL'udienza
Processo Pop Bari, in 1.500 chiedono di costituirsi parte civile contro Jacobini

Processo Pop Bari, in 1.500 chiedono di costituirsi parte civile contro Jacobini

 
HomeIl delitto
Lecce, arbitro e fidanzata uccisi: su Eleonora almeno 30 coltellate

Lecce, arbitro e fidanzata uccisi: su Eleonora almeno 30 coltellate

 
BatAl Cafiero
Barletta, studente positivo: chiuso per due giorni liceo scientifico

Barletta, studente positivo al Covid: chiuso per due giorni liceo scientifico

 
NewsweekL'evento
Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

 
PotenzaL'opera
Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

 

i più letti

Le auto d'epoca

A Bari rombano i motori: è il giorno del Gran Prix

Negli anni ‘40 e ‘50 la Formula 1 approdò sul lungomare in un circuito di cinque chilometri sul quale corse anche il leggendario Nuvolari

BARI - Rombi di motore questa mattina in Corso Vittorio Emanuele, sotto un sole estivo ed una marea di persone accorse per ammirare la sesta edizione della rievocazione storica del Gran Prix con centinaia di auto d'epoca. 

Il ricco programma odierno, organizzato dall’Old Cars Club, ha preso forma alle 9 con il briefing dei piloti nella zona paddock. Le varie fasi dell’evento sono state annunciate dallo speaker Luca Loiacono che dopo l’inno nazionale ha spiegato al pubblico le regole della spettacolare corsa.
Il circuito di gara tracciato abbraccia anche il borgo antico con partenza da piazza Prefettura dove è iniziatata la prima prova di regolarità in piena sicurezza. 

Il semaforo verde è scattato alle 9,30 con la «gara di regolarità» con controllo cronometrico al centesimo di secondo. In sostanza, tra i 50 bolidi d’epoca vincerà il pilota che saprà mantenere la velocità media più vicina a quella prestabilita nelle tre manches. Dal rispetto dei tempi prefissati emergono la capacità del conducente e l’affidabilità delle auto storiche. Verso le 13 la premiazione, sempre in zona paddock. A seguire, continueranno i festeggiamenti nello stadio «San Nicola» in un mix di sport trionfante e spettacolare.

Durante l’intervallo della partita di serie D tra Bari e Rotonda, i 6 bolidi del Gran Premio prescelti omaggeranno la squadra, la società e i tifosi biancorossi per la promozione in C.

L’idea nata dai soci dell’Old Cars Club di rievocare il Gp di Bari non è solo quella di riscoprire l’amata città ma anche di mostrare ai numerosi visitatori l’alto valore artistico di chi colleziona le vetture d’epoca. Alla grande gara di oggi sfileranno con la propria bellezza scocche luccicanti e motori roboanti. Tra i bolidi in competizione non mancheranno quelli della Stanguellini, Apache, Cisitalia, Ferrari, Taraschi, Alfa Romeo, Maserati, Lotus e la saetta rossa Kadison Kelsen degli anni ’50 collezionata dal Murgia Museum di Proscia e Bruno. Bari ritrova i fasti di una volta quando dal 1947 al 1956 la vecchia Formula 1 si presentava qui su un circuito di oltre 5 km e con un paesaggio unico. Il lungomare, la Fiera e via Napoli erano alcuni tasselli dello straordinario scenario che richiamava illustri team.

Nell’albo d’oro dei vincitori figurano Achille Varzi (1947, Alfa Romeo 158), Chico Landi (1948, Ferrari 166), Alberto Ascari (1949, idem), Nino Farina (1950, Alfa Romeo 158), Juan Manuel Fangio (1951, Alfa Romeo 159), Landi (1952, Ferrari 225S), Josè Froilàn Gonzàlez (1954, Ferrari 625), Jean Behra (1955, Maserati 3000) e Stirling Moss (1956, Maserati 300S). Nel 1953 il Gran Premio di Bari non si disputò ma nel glorioso decennio automobilistico gli spettatori poterono ammirare anche le gesta del mitico Tazio Nuvolari e del barese Aurelio Lorenzetti. Circuiti più sicuri ed economicamente più convenienti portarono all’estinzione del Gp di Bari come di quello di altre città italiane.

LE PAROLE DEL SINDACO - Il sindaco Antonio Decaro, dopo l’anteprima di ieri sera, ha accompagnato al via l'edizione 2019 della Rievocazione del Gran Premio di Bari. Dopo un giro in auto per testare il percorso, la partenza della gara vera e propria che ha avuto come testimonial Cesare Fiorio, grande dirigente sportivo italiano del passato, ex direttore sportivo della Ferrari. «E’ un modo per recuperare le tradizioni - ha detto Decaro - ma è anche un modo per accompagnarci nel futuro perché ci sono tantissime persone che sono venute anche da fuori città in un clima particolare, di festa. Ieri sera è stato davvero emozionante ammirare le automobili d’epoca sulle nostre strade illuminate, la muraglia, il Castello Svevo. Sembrava di stare in una cartolina. Il tutto si incastona in un periodo ricco di eventi per Bari, come il Bif&st». Rivolgendosi a piloti e cittadini accorsi in corso Vittorio Emanuele per la partenza del Gran Premio, il sindaco ha detto: «Devo ringraziarvi perché avete reso il clima di questa città più frizzante. Con questo Gran Premio torniamo indietro nel tempo, ancorandoci alle nostre tradizioni. Vi ringrazio sperando di poter rendere nei prossimi anni questo Gran Premio delle auto d’epoca sempre più importante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie