Lunedì 27 Gennaio 2020 | 00:17

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Bari, oltre 1200 tifosi per la trasferta con la gemellata Reggina

Bari, oltre 1200 tifosi per la trasferta con la gemellata Reggina

 
Attentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

 
Città europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Il video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
2 denunce
Bari, sequestrate bici elettriche modificate: multe per 30mila euro

Bari, sequestrate bici elettriche modificate: multe per 30mila euro

 
L'intervista
Luca Mazzone «Niente è impossibile. Io ne sono l'esempio»

Parla il campione paralimpico Luca Mazzone: «Niente è impossibile. Io ne sono l'esempio»

 
al teatroteam
«Tradizione e Tradimento»: il concerto di Niccolò Fabi a Bari è un viaggio onirico

«Tradizione e Tradimento»: il concerto di Niccolò Fabi a Bari è un viaggio onirico

 
Due uomini
Bari, sorpresi sulla Modugno-Carbonata a scaricare rifiuti: denunciati

Bari, sorpresi sulla Modugno-Carbonara a scaricare rifiuti: denunciati

 
Sequestro e denuncia
Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

 
Lotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
HomeLa tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
HomeAggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Il concerto

Negramaro a Bari, e il miracolo di Lele sul palco: «Grazie per averci aspettato»

La band guidata da Giuliano Sangiorgi ha portato l'Amore che Torni - Indoor Tour al PalaFlorio, tanti applausi per il giovane Giacomo Spedicato, fratello di Lele e suo «sostituto»

Il paradiso «se esiste o non esiste non importa, lo scopriremo un'altra volta»: solo le parole rubate al testo di "Cosa c'è dall'altra parte", pezzo che Giuliano Sangiorgi ha scritto per Lele Spedicato, possono spiegare quanta vita c'è oggi fra i Negramaro, quanta gratitudine, quanta gioia nel poter dire «Siamo ancora qua». La band salentina ieri sera al PalaFlorio di Bari (primo di tre sold-out consecutivi) ha regalato ai fan uno show emozionante, per ringraziarli di averli aspettati (e l'attesa è stata lunga anche ieri sera, dal momento che per alcuni problemi di agibilità dovuti alla mancanza di spazio calpestabile tra il palco e le transenne ha fatto sì che le porte del palazzetto venissero aperte alle 20.30, un'ora e mezzo più tardi del previsto): «Avete fatto arrivare un amore assurdo a Mister Lele». E a metà concerto, proprio il chitarrista, che solo pochi giorni fa è definitivamente uscito dalla clinica romana dove era in cura dopo i problemi di salute dello scorso settembre, è salito sul palco, visibilmente emozionato, per salutare il pubblico con un assolo: «Con tutto l'amore che posso, vi amo, grazie». 

Si dice che una persona si accorge delle cose che ha solo quando è sul punto di perderle. E in questo, i Negramaro sono stati più che fortunati. La grande paura, il tour rimandato, Lele non ancora in forma per affrontare un giro d'Italia nei palazzetti. Ma quando c'è la musica ad unire, e l'affetto dei fan che seguono la band da quando fu eliminata dal Festival di Sanremo 2005 con "Mentre tutto scorre", si trova una soluzione a tutto. Ed ecco che le chitarre nell'Amore Che Torni - Indoor Tour sono suonate dal giovane Giacomo Spedicato, fratello di Lele, 23 anni di grinta e umiltà che gli si leggono nello sguardo, con gli occhi spalancati e la concentrazione di chi è emozionato dal grande pubblico e concentratissimo nel tenere alto l'onore del ruolo che ricopre. Lo show è un concentrato di emozione ed energia in perfetto "stile Negramaro", con momenti intimi alternati a grande carica rock. I musicisti "fluttuano" su pedane mobili, circondati da gran bei giochi di luci ed effetti sonori, coordinati dal veterano Andrea De Rocco, "Pupillo". Tanti applausi per tutti, per i virtuosismi di Andro (Andrea Mariano) al pianoforte, per la carica di Ermanno Carlà al basso e l'energia esplosiva di Data (Danilo Tasco) alla batteria, con boati di gioia ogni volta che sui ledwall compare la faccia di Lele, e a fare da colonna sonora a tutto la certezza granitica della voce di Giuliano Sangiorgi, senza la minima sbavatura.

La differenza con il concerto dello scorso 13 luglio allo Stadio Via del Mare di Lecce sta tutta nella carica emotiva, di chi ha fatto un giro all'inferno ed è riuscito a tornare indietro per raccontarlo. «Casa - come Giuliano chiama la sua Puglia - adesso so restare». E resteranno a Bari anche questa sera e domani, i Negramaro, pronti per far vivere ancora momenti di grande musica ai fan, che balleranno su "Nuvole e lenzuola", "Via le mani dagli occhi", "Parlami d'amore", avranno i brividi su "Basta così", "Solo per te", "L'immenso", e ricorderanno con affetto la voce dell'indimenticata Dolores O'Riordan dei Cranberries (scomparsa a gennaio 2018) su "Senza fiato" (con la speranza che Sangiorgi e co. non tolgano mai quel brano dalle loro scalette future). Ma soprattutto fan e band insieme potranno fare una cosa, che hanno imparato in questi mesi: vivere. Vivere e sperare di vivere. Come l'ha sperato Lele, come lo sperano ogni giorno tutti i popoli che sfidano il mare pur di trovare un posto migliore. «Perché anche se in questi giorni il messaggio è stato strumentalizzato - spiega Sangiorgi sul finire dello spettacolo - noi lo portiamo avanti, perché è una cosa solo umana: "Il mare è di tutti!"».

(foto LSDmagazine - Eleonora Gagliano Candela)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie