Giovedì 29 Ottobre 2020 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

la scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
controlli dei cc
Foggia, padre e figlio incastrati dal fiuto di cane antidroga: scoperte 2500 dolsi marijuana

Foggia, padre e figlio incastrati dal fiuto di cane antidroga: scoperte 2500 dolsi marijuana

 
La lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Foggia, coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto Fermato 25enne: ha confessato

 
Il caso
Femminicidio Orta Nova, uccise l'ex suocera: concluse indagini su 38enne

Femminicidio Orta Nova, uccise l'ex suocera: concluse indagini su 38enne

 
Polizia
Foggia, musica e karaoke in un locale dopo mezzanotte nonostante il Dpcm

Foggia, musica e karaoke in un locale dopo mezzanotte nonostante il Dpcm

 
L'intervista
Asl Foggia, Piazzolla: «Ora i giovani infettano gli anziani. Tamponi anche a casa»

Asl Foggia, Piazzolla: «Ora i giovani infettano gli anziani. Tamponi anche a casa»

 
Il contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
La protesta
Nuovo Dpcn, a San Severo 300 scendono in piazza. E a Foggia controlli della Polizia

Nuovo Dpcn, a San Severo 300 scendono in piazza. E a Foggia controlli della Polizia

 
Coronavirus
Foggia, 4 poliziotti positivi al Covid: 6 agenti della Questura in isolamento

Foggia, 4 poliziotti positivi al Covid: 6 agenti della Questura in isolamento

 
Coronavirus
Foggia, ufficiale Esercito positivo al Covid: contagio avvenuto in ambito extra lavorativo

Foggia, ufficiale Esercito positivo al Covid: contagio avvenuto in ambito extra lavorativo

 
Emergenza contagi
Vieste, focolaio Covid in Rsa: 20 positivi tutti asintomatici

Vieste, focolaio Covid in Rsa: 20 positivi tutti asintomatici

 

Il Biancorosso

Il match
Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 
Barinel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
TarantoIl caso
Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

 
PotenzaEmergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
BrindisiDolci
«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

 
Foggiala scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
LecceContagi in città
Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

 
BatL'avvertimento
Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

 

i più letti

«In vino veritas»

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

L'operazione dei carabinieri è scattata a seguito dei danneggiamenti, accompagnati da richieste di soldi, subiti da alcuni agricoltori

TORREMAGGIORE -  Stamattina, a Torremaggiore, i carabinieri della Compagnia di San Severo, collaborati nelle operazioni finali dai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due persone (Luciano Fiorenzo Pio,  29enne, e Antonio Legge, 24enne, entrambi di Torremaggiore, senza occupazione stabile e già noti alle forze dell'ordine), ritenute responsabili di una serie di tentativi di estorsione e di un furto in danno di viticoltori della zona.

I provvedimenti rappresentano un primo risultato delle complesse indagini, dirette dalla Procura della Repubblica di Foggia, che erano state avviate a seguito di alcuni vili danneggiamenti, accompagnati da minacciose richieste estorsive, subiti da altrettanti agricoltori di Torremaggiore, che avevano suscitato un grave allarme tra gli addetti ai lavori.

Il primo episodio di quello che avrebbe poi assunto le caratteristiche di fenomeno si era verificato nei primi giorni di aprile in località Cantigliano, ed era consistito nel taglio di alcune piante di vite e dei tiranti  posti a sostegno della vigna. Il proprietario del fondo, scoprendo il danno, aveva avuto anche una seconda amara sorpresa: un biglietto manoscritto lo avvertiva che se non avesse pagato 5.000 euro si sarebbe dovuto attendere ben altri danni. A lui il compito di darsi da fare per capire a chi versarli.

Da quel primo danneggiamento, fino al successivo 15 maggio, ne erano poi seguiti altri quindici, identici, ai danni di altri cinque coltivatori della zona, tutti destinatari di analoghe richieste, tutte consistenti in somme che andavano dai 5.000 ai 20.000 euro, non casualmente calibrate a seconda dell'estensione dei terreni presi di mira.

Gli inquirenti della Procura della Repubblica di Foggia e della Compagnia di San Severo, partendo dal medesimo modus operandi comune a tutti i casi, avevano allora avviato una paziente e complessa attività, dapprima finalizzata a circoscrivere l'ambito investigativo e poi mirata sui due sospetti emersi.

Di grande importanza erano da subito risultati i manoscritti che, presentando evidenti particolari che li facevano ricondurre alla medesima mano, avevano fornito fondamentali "informazioni" sulle caratteristiche del loro estensore che, messe a sistema con la già approfondita conoscenza degli ambienti criminali, avevano quindi permesso di indirizzare l'attenzione sui soggetti raggiunti ora dal provvedimento restrittivo. Le attività intercettive avevano infine fornito gli elementi necessari alla Procura della Repubblica di Foggia per proporre una motivata richiesta cautelare nei confronti dei due.

Con l'operazione di oggi è stata finalmente restituita serenità non solo alle vittime, che con le loro denunce avevano comunque già dato prova di fiducia nello Stato e nelle sue Istituzioni, ma a tutti gli agricoltori che, soprattutto in questo delicato periodo dell'anno, attendono l'ormai imminente raccolto per poter finalmente avere il meritato riscontro economico con il quale far fronte agli investimenti operati nelle loro colture. In un settore già messo a dura prova dalle nefaste conseguenze dell'epidemia da COVID-19 ancora in atto, la minaccia di vedersi vanificare tanti sacrifici poteva risultare fatale per la sopravvivenza stessa di tante aziende, con le drammatiche conseguenze familiari e sociali facilmente intuibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie