Domenica 14 Agosto 2022 | 18:08

In Puglia e Basilicata

TV

L’ignota e inesorabile ascesa del dittatore Adolf Hitler dalla nipote al «Mein Kampf»

L’ignota e inesorabile ascesa del dittatore Adolf Hitler dalla nipote al «Mein Kampf»

29 Giugno 2022

Stasera La7 alle ore 21,15 propone un appuntamento di grande valore storico e artistico insieme: «Il giovane Hitler», per la regia di Christian Duguay, con Peter Stormare, Matthew Modine, Liev Schreiber, Thomas Sangster, Julianna Margulies, James Babson e altri. Adolf Hitler, figlio di Alois Hitler, vive un'infanzia molto complessa caratterizzata da un rapporto conflittuale con il padre e un attaccamento molto forte per la madre. Dopo la morte del padre decide di partire in cerca di fortuna.

Prende parte alla prima guerra mondiale dove si guadagna la Croce di Ferro e la promozione a caporale; temporaneamente accecato da un attacco a base di gas mostarda (iprite), viene ricoverato all'ospedale militare dove apprende la notizia della resa incondizionata della Germania con profonda rabbia. Congedato e rimasto senza lavoro, viene ingaggiato come informatore poliziesco a proposito della miriade di partiti politici nati dal collasso dell'Impero tedesco.

Dopo aver partecipato con questo ruolo ad alcune sessioni del Partito Tedesco dei Lavoratori (la cui sede era una semplice birreria), decide di iscrivercisi; a seguito di alcune brillanti esperienze come oratore, ne diverrà addirittura il leader e otterrà di cambiare il nome del partito in NSDAP. Viene imprigionato dopo il fallito putsch di Monaco; durante il periodo di detenzione si dedica alla stesura del Mein Kampf (la mia battaglia). Inizia così la sua ascesa al potere.

Su consiglio dell'imprenditore Ernst Hanfstaengl, Hitler adotta il look dei baffetti rasati alle estremità delle labbra e dota il partito di un manifesto e di una bandiera...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725