Domenica 21 Ottobre 2018 | 14:25

NEWS DALLA SEZIONE

Nella città vecchia
Taranto, nel ristorante di pescel'energia elettrica era... a sbafo

Taranto, nel ristorante di pesce l'energia elettrica er...

 
Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Lettera di Stefàno

Taranto, 400 posti a rischio
per Vestas: appello a Governo

Taranto, 400 posti a rischioper Vestas: appello a Governo

«Mi appello a voi allo scopo di ottenere una positiva soluzione anche attraverso un ulteriore proroga lavorativa di almeno altri 3 anni nella speranza che nel corso di questo arco temporale mutino gli scenari dei mercati internazionali e l’azienda possa garantirsi nuovi spazi di manovra imprenditoriale». Lo scrive il sindaco di Taranto Ippazio Stefano in una lettera inviata al ministro del Lavoro Poletti, al ministro per il Mezzogiorno De Vincenti e al vice ministro dello Sviluppo Economico Bellanova in cui richiama l'attenzione sulla vertenza che riguarda l’azienda Vestas.

«Quattrocento unità a tempo determinato (36 mesi) - spiega il primo cittadino - stanno perdendo il proprio posto di lavoro, poiché la società a causa delle note incertezze di mercato non è nelle condizioni di rispettare la previsione della legge che impone alle aziende meccaniche di trasformare i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato». Questa situazione, aggiunge Stefano, «è dannosa per tutti: per l’azienda perché perde maestranze qualificate, preparate e collaudate; per i lavoratori e le loro famiglie perché non hanno più certezze e sicurezza e per il territorio che vedrebbe ancora più compromessi i livelli occupazionali, già pesantemente negativi, con pesanti ricadute sulla propria economia. La città di Taranto non può permettersi il lusso di perdere un solo posto di lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400