Lunedì 08 Agosto 2022 | 08:39

In Puglia e Basilicata

Vivibilità

A Taranto movida senza auto: isola pedonale in corso Due Mari

Taranto, corso due mari

L'ordinanza di Melucci entrerà in vigore il 4 luglio. Le reazioni sui social

02 Luglio 2022

Fabio Venere

TARANTO - Movida senza auto per due mesi e mezzo nelle vicinanze del Ponte Girevole. L’ha deciso il Comune di Taranto rispolverando la formula dell’isola pedonale che, nell’ultimo decennio, più volte è stata sperimentata durante il periodo estivo. 

Da lunedì 4 luglio e fino al 30 settembre, verrà chiusa al traffico corso Due Mari, tra via Pitagora e via Matteotti, e il tratto finale di corso Umberto, a partire da via Margherita. In conseguenza del divieto di circolazione, verrà istituito il doppio senso di marcia su via Matteotti nel tratto compreso tra via Regina Margherita e corso Due Mari.

«Con questa nuova isola pedonale l’amministrazione comunale di Taranto conta di rendere ancor più piacevole e sicura la tipica movida estiva che anima la zona», così sottolinea in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. Il provvedimento sarà valido per l’intera giornata, 24 ore su 24, e ha il chiaro obiettivo di favorire le serate estive dio tarantini e turisti che magari intendano trascorrere qualche ora a mangiare una pizza, del buon pesce o un cono di gelato o che vogliano, invece, semplicemente passeggiare in corso Due Mari.

E si sa, al tempo dei social network, la reazione dell’opinione pubblica è immediata. Basta un click. E così, sotto il post del primo cittadino ci sono state decine di messaggi da parte dei cittadini. Per dirla tutta, se proprio si dovesse fare una classifica, la maggioranza degli intervenuti sembra essere a favore dell’istituzione dell’isola pedonale. In particolare, chi sostiene il provvedimento esalta la necessità che la movida estiva possa svolgersi con la massima tranquillità e in questo modo godendosi il panorama suggestivo che si ammira affacciandosi dal Ponte Girevole. Poi, in mezzo, ci sono gli scettici. Che ritengono l’iniziativa praticamente inutile visto che la città, in virtù della sua forma ad imbuto, sarà in quella parte del Borgo assediata dalle auto incolonnate nel traffico e con gli automobilisti in difficoltà per i divieti di sosta e di circolazione contenuti nell’ordinanza. E, infine, ci sono quelli palesemente contrari. Che, dal loro punto di vista, evidenziano come con l’introduzione dell’isola pedonale sarà difficile per gli automobilisti muoversi e parcheggiare e c’è chi, tra i residenti del Borgo, accusa l’Amministrazione di essere in questo modo particolarmente penalizzato. C’è anche chi tra gli intervenuti auspica che l’ordinanza e quindi l’area «no auto» possa essere estesa ed esportata anche in via Liguria. Il dibattito continuerà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725